Oggi è

Musica e solidarietà: domani la consegna di due transpallet al Banco Alimentare

Archviato in: In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Ha superato le aspettative il concerto organizzato lo scorso dicembre dalla Procura della Repubblica di Salerno al Teatro Verdi per raccogliere fondi da destinare all’acquisto di un transpallet per il Banco Alimentare Campania Onlus. Domani mattina (sabato 18 marzo), alle  10.45, presso la sede di Fisciano di transpallet elettrici per la movimentazione delle merci ne saranno consegnati ben due.
La generosità delle persone che hanno aderito all’iniziativa è andata oltre ogni aspettativa. In questo modo sarà garantita la movimentazione delle merci che il Banco ritira ogni giorno presso l’industria e la grande distribuzione, grazie anche all’entrata in vigore della Legge Gadda che permette di ritirare e redistribuire gratuitamente anche i prodotti che hanno superato il cosiddetto “preferibilmente entro”. Grazie a questa legge, già dai primi mesi del 2017 il Banco Alimentare ha incrementato la raccolta di alimenti di circa il 20%.
Nell’anno 2016 sono state raccolte 6500 tonnellate di cibo per un valore commerciale che supera i 13 milioni di euro che sono state distribuite a 131.208 persone indigenti in tutta la regione e che supereranno le 140.000 persone nell’anno in corso.

Alla cerimonia di consegna di domani mattina saranno presenti il procuratore della Repubblica di Salerno, Corrado Lembo; il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli; il direttore del Conservatorio G. Martucci di Salerno, Imma Battista; il presidente del Conservatorio, Aniello Cerrato; il direttore artistico del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi, e la Responsabile del Teatro Verdi di Salerno, Lilly Memmolo. Saranno, inoltre, presenti magistrati della Procura della Repubblica e di altri uffici giudiziari.

 

Link breve:

Scritto da su 17 marzo 2017. Archviato in In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi