Oggi è

Al Teatro Giuffrè di Battipaglia s’inaugura la mini-rassegna dedicata all’impegno civile

Archviato in: Culture | Versione stampabile Versione stampabile

Prosegue la stagione teatrale del teatro sociale “Aldo Giuffrè” di Battipaglia che, dopo il fortunato debutto con Paolo Caiazzo dello scorso 11 novembre, si prepara a dare il via alla mini-rassegna di teatro d’impegno civile. Domani (sabato 25 novembre) andrà, infatti, in scena “Amazzonia”, spettacolo di e con Enrico Maria Falconi dedicato alla salvaguardia del pianeta e, più in generale, ai temi della tutela dell’ambiente e della biodiversità. L’idea di sud che si incontra e si scontra con l’idea di nord. Una dicotomia che non rimane solo geografica ma permane in una visione spesso opposta della vita e del rapporto con la natura che circonda. “Amazzonia” è una storia contemporanea che inizia da una favola brasiliana che narra del rapporto intimo tra l’uomo e la natura, attraversa l’Enciclica di Papa Francesco “Laudato Si”, per giungere poi fino alla periferia di una grande città del sud Italia. “Amazzonia” è un grido di aiuto al Pianeta, una lettura artistica sull’ecologia, un’emozione da vivere a 360 gradi, dove tutto viene messo in discussione tranne la voglia di trattarci meglio. Dopo l’ultimo successo di pubblico e critica riscosso con lo spettacolo “Moby Dick. Me Stesso. Cerco”, Enrico Maria Falconi si addentra nella foresta amazzonica per esplorare e raccontare un tema comune e, soprattutto negli ultimi anni, molto sentito. Sullo sfondo una riflessione sulla necessità di comprendere, finalmente, che esiste una sola famiglia umana che deve saper andare oltre le barriere politiche e sociali che ci spingono a isolarci facendoci sentire soli.

Il teatro è forse il migliore dei linguaggi per trasmettere messaggi importanti, sia da un punto di vita sociale che culturale – commenta Vito Cesaro, direttore artistico del teatro -. Con “Amazzonia” diamo il via a una mini-rassegna composta da tre spettacoli che abbiamo con la quale abbiamo voluto impreziosire il programma di questa stagione. L’obiettivo resta quello di offrire ai nostri spettatori un caleidoscopio di tematiche ed emozioni che possano arricchirli”.

La stagione teatrale del “Giuffrè” riprenderà, sabato 9 dicembre alle 21.00, con “Cirque du shatush” degli Arteteca. I prossimi appuntamenti della mini-rassegna di teatro impegnato saranno il 27 gennaio con “Marzabotto” con Vito Cesaro e Claudio Lardo ed il 21 aprile, con “Terroni” tratto dal libro di Primo Aprile, con Roberto D’Alessandro e Mariano Perrella.

INFORMAZIONI UTILI E CAMPAGNA ABBONAMENTI

Lo spettacolo avrà inizio alle ore 21.00. Il costo del biglietto è 10 euro. Il mini abbonamento ai tre spettacoli di impegno civile costa 15 euro. Previste riduzioni del 10% per under 12, over 65, iscritti a Cral e soci della Bcc di Battipaglia e Montecorvino Rovella. Per la sottoscrizione dei carnet, il botteghino del teatro è aperto dal lunedì al venerdì dalle 17.00 alle 20.00.

Link breve:

Scritto da su 24 novembre 2017. Archviato in Culture. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi