Oggi è

Rivoluzione nella Sanità in Campania e nel salernitano

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Il nuovo San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona avrà 400 milioni di euro di finanziamento. Vincenzo De Luca, governatore della regione Campania con delega alla Sanità stamane in conferenza stampa all’aula Pasolini di Salerno ha evidenziato il grande impegno per la Sanità in generale e in particolare per le strutture sanitarie di Salerno e Provincia.

“In Campania abbiamo approvato il piano ospedaliero dopo anni“, ha detto il Presidente Vincenzo De Luca un provvedimento che porterà a circa 4000 assunzioni in poco tempo. “Abbiamo eliminato il ticket regionale e approvato un piano per l’edilizia sanitaria dopo 20 anni e raggiunto un accordo con gli ospedali  privati accreditati. La prossima settimana procederemo con la stipula dei contratti biennali – ha aggiunto- mentre abbiamo salvato le strutture private accreditate che non raggiungevano i 60 posti letto e attivato 64 farmacie, ora cominciano a decollare i centri anti diabete.”

“A fine Febbraio saremo pronti per il nuovo pronto soccorso al CTO. Abbiamo salvato  5 ospedali della nostra provincia che erano stati condannati a morte dal precedente decreto 49. Scafati, Cava de Tirreni, Castiglione, Agropoli e Da Procida. Grazie alla regione Campania abbiamo salvato questi ospedali. Cosa straordinaria otteniamo per l’ospedale di Salerno, recuperati 131 posti letto con due unità di valore straordinario per la regione campania: prevediamo l’unità spinale e secondo la nostra programmazione, anche la realizzazione di un polo pubblico della riabilitazione che si affianca ai poli privati di grande qualità. Per quello che riguarda Salerno, il piano ospedaliero prevede 250 posti letto in più: un investimenti complessivo di mezzo miliardo di euro.

Riaperto il pronto soccorso a Scafati, Agropoli, Castiglione e recuperato l’ultimo problema delicato che riguardava Roccadaspide, unificandolo a Eboli e Battipaglia.

 

Link breve:

Scritto da su 12 febbraio 2018. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi