Oggi è

Per Teatro XS al Genovesi di Salerno va in scena l’ultimo capolavoro di Ruccello

Archviato in: Culture | Versione stampabile Versione stampabile

Domenica sera (11 marzo), alle ore 19, nell’ambito della sezione “XS Giovani”, novità di quest’anno, del Festival Nazionale “Teatro XS” Città di Salerno al Teatro Genovesi ci sarà la Compagnia Teatro Mio di Vico Equense in “Anna Cappelli” di Annibale Ruccello. In scena Olimpia Alvino. Ruccello ha scritto “Anna Cappelli” poco prima della sua prematura scomparsa: sette dialoghi per attrice sola che parla con qualcuno fuori-scena: prima la padrona della stanza affittata da Anna, poi Tonino. Non si tratta dunque di monologhi interiori ma di colloqui di cui lo spettatore sente solo la parte di Anna che è un’anonima impiegata, non più giovanissima, che ha lasciato il paese per lavorare in città. Con l’impiego, aspira ad avere una casa sua, non vuole più sentirsi ospite mal tollerata di situazioni provvisorie. L’incontro e la convivenza con Tonino, collega d’ufficio e proprietario di un appartamento, sembra esaudire ogni desiderio di Anna, ma l’epilogo non è esattamente un lieto fine. “Anna Cappelli è un crudo e implacabile spaccato dell’Italia di provincia dominata dalla sovrastruttura di una morale cattolica che Ruccello ha sempre stigmatizzato; è un testo “essenziale” come tutti i suoi testi nel senso che vanno all’essenza del sentire umano più recondito. Una pièce che mostra sentimenti veri o presunti così fisici da poter essere ingurgitati. Un testo con queste caratteristiche ha suggerito alle nostre corde di leggerlo in maniera ancor più essenziale, simbolica estraniata in un allestimento scarno e descrittivo al tempo stesso, cercando di far coincidere le suggestioni dello stesso Ruccello con l’epicità di Brecht” (Geppi di Stasio). Il Festival è organizzato dalla Compagnia dell’Eclissi, diretta da Enzo Tota, con il patrocinio dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, il sostegno delle Soroptimist Club Sezione Salerno, il patrocinio del Comune di Salerno e il sostegno della U.I.L.T. Campania.
I PROSSIMI SPETTACOLI. Domenica 18 marzo la Compagnia Live di Mercato San Severino, sempre nella sezione Giovani, calcherà le tavole del palco di via Sichelgaita con “Il tè delle tre”, spettacolo liberamente tratto da “Psycho ladies” di Beltrame. La storia è quella di tre donne colpite da psicopatia che si incontrano, per curiosa combinazione, sulla tomba del loro psichiatra scomparso in circostanze misteriose. Sabato 24 marzo, alle ore 21.15, ospite del Festival XS sarà la Compagnia Teatroimmagine di Venezia in “Il barbiere di Siviglia” in guisa dei Commedianti dell’Arte. Benoit Roland e Roberto Zamengo seguendo quello che è ormai un “carattere” della compagnia considerano il libretto de “Il Barbiere di Siviglia” scritto da Sterbini, un pretesto, una ragione apparente per nascondere l’autentico motivo della scelta. Si parte dalla motivazione di divertirsi e divertire il pubblico, rileggendo l’opera di Gioacchino Rossini con il tipico “savoir faire” della compagnia evitando però ogni confronto. Domenica 8 aprile settimo spettacolo in scena con “Cyrano de Bergerac … in salsa comica” di Lorenzo Corengia presentato dalla Compagnia Ronzinante di Merate. La trama segue fedelmente la struttura del testo originale, ma viene continuamente punzecchiata da imprevisti ed equivoci grotteschi. Richiamando alla mente le edizioni passate e quindi anche i podi che hanno contribuito all’albo d’oro del festival, anche per questo decimo anniversario a Salerno torna sabato 14 aprile, alle ore 21.15, la Compagnia del Teatro Impiria di Verona che ha scelto di essere presente con “Messaggi d’amore”, la commedia epistolare di Meneghini e Castelletti per la regia di Andrea Castelletti. Lettere, cartoline, sms, email – tenere, ridicole, commoventi, ironiche, graffianti – per raccontare un amore incompiuto, due destini che hanno attraversato i decenni della Storia: la nostra. Uno spettacolo che ci racconta una storia, quella di tutti noi. Domenica 15 aprile, alle ore 19, riflettori puntati per la sezione “XS Giovani” sulla Compagnia Teatro Terra Marique di Perugia con “Baci, botte e champagne” di A. Checov; direzione e messa in scena di Claudio Massimo Paternò. In questo spettacolo si ride dell’amore e di come esso possa nascere da uno schiaffo o da un semplice “no”. Si ride dell’uomo e della donna Si ride di come in un batter di ciglia tutto possa cambiare nelle relazioni umane. I vincitori della decima edizione del Festival deliberati dalla giuria tecnica, presieduta da Marcello Andria, saranno, poi, annunciati domenica 6 maggio, alle ore 19, con la tradizionale serata di premiazione a cura della Compagnia dell’Eclissi.  www.compagniadelleclissi.eu

 

Link breve:

Scritto da su 9 marzo 2018. Archviato in Culture. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi