Oggi è

Anche Salerno e Positano tra le tappe del Granfondo Nazionale Trapiantati

Archviato in: Cronaca,In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Da domani prende il via la quindicesima edizione della Granfondo Nazionale Trapiantati. Tre sono le città campane che ospiteranno il tour: Napoli, Positano e Salerno. Alle 10 in punto di domani, ventotto tra motociclisti, volontari ed organizzatori partiranno dall’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta per giungere al Cardarelli di Napoli, qui alle 16.30 ci sarà un incontro divulgativo che sarà ospitato nell’area della direzione generale. «Un’iniziativa alla quale teniamo in modo particolare – spiega il direttore generale Ciro Verdoliva – Tutti i cardarelliani promuovono da sempre la cultura della donazione. Grazie al trapianto è possibile ritornare a condurre una vita normale».

La Granfondo Nazionale Trapiantati è una manifestazione ciclistica organizzata dall’Associazione Amici del Trapianto di Fegato Onlus di Bergamo in collaborazione con la ASST Papa Giovanni di Bergamo e saranno gli stessi trapiantati, durante il percorso, a testimoniare l’importanza della donazione degli organi dopo la morte. A seguirli, ad ogni tappa, saranno medici ed infermieri dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII. Per sabato 13 ottobre previsto il rush finale, con l’arrivo all’ospedale di Matera in Basilicata passando dall’Ospedale San Carlo di Potenza. Il messaggio che vuole lanciare la Granfondo è che proprio lo sport offre il miglior supporto al benessere di questi pazienti.

Agli incontri delle diverse tappe saranno presenti gli studenti dell’ ITS Buonnaroti di Caserta, dell’ IC Aldo Moro di Marcianise, del Liceo Statale Don Gnocchi di Maddaloni, del Liceo Scientifico F. Silvestri di Portici, dell’Istituto Comprensivo Porzio di Positano e del Liceo Scientifico Severi di Salerno.

Link breve:

Scritto da su 8 ottobre 2018. Archviato in Cronaca, In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi