POSTA
Oggi è

L’ex chiesa di San Sebastiano del Monte dei Morti diventa laboratorio creativo

Archviato in: Culture,In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile
Domani (giovedì 20 dicembre), alle ore 11.00, presso il Salone dei Marmi del Palazzo di Città, si terrà la conferenza stampa sulla riapertura della ex-chiesa di San Sebastiano del Monte dei Morti. La chiesa de “i Morticelli”, come più comunemente conosciuta ai salernitani, è stata recentemente restituita al pubblico in una nuova veste. Il merito va a BLAM, collettivo di architetti, artisti, fotografi ed appassionati che, in collaborazione con il DiARC – Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, nella persona della prof.ssa Maria Cerreta, e il Comune di Salerno, con il monitoraggio dell’assessore Domenico De Maio. E’ stato presentato un progetto di riuso adattivo del bene storico in disuso attraverso pratiche di rigenerazione urbana collaborativa dal basso. La ex-chiesa, ora soprannominata spazio SSMMOLL (San Sebastiano del Monte dei Morti Living Lab), si ripropone in funzione di laboratorio creativo
dedicato alla città di Salerno. Domani saranno presentate le prossime attività che si terranno nella ex-chiesa: domenica 23 dicembre, giorno dell’inaugurazione ufficiale, sarà possibile assistere alla performance/installazione Le voci degli altri | riparare i ricordi della compagnia Teatri Sospesi. Lo spettacolo site-specific di Carlo Roselli, fruibile da una persona alla volta a partire dalle 19.00 di Domenica 23, parte da un progetto sonoro di raccolta delle Voci di Salerno che dal 24 Dicembre ai primi di Gennaio sarà possibile udire nell’ex chiesa cinquecentesca.
 
Lo stesso giorno terminerà la caccia al tesoro fotografica: una passeggiata presso le vie del centro storico di Salerno, lungo il cui tragitto i partecipanti sono invitati a fotografare il loro punto di vista su alcuni punti d’interesse storico-culturali della città. Per partecipare basterà leggere il regolamento sul sito www.blamteam.com/progetto ssmoll.

Link breve:

Scritto da su 19 Dicembre 2018. Archviato in Culture, In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi