Oggi è

A Pellezzano “Volontari per il Sociale… Un Boy Scout per Amico”

Archviato in: Dalla provincia,In evidenza,Notizie,Sociale | Versione stampabile Versione stampabile

Al via a Pellezzano (SA) il progetto solidale denominato “Volontari per il Sociale… un Boy Scout per Amico”. L’approvazione è avvenuta con delibera di Giunta Comunale n. 11 del 14 febbraio 2019, così come predisposto a cura del servizio sociale del Comune, volto ad assicurare una forma di intervento per migliorare il benessere degli anziani del territorio comunale che si trovano in condizioni di disagio e di bisogno.

Il progetto è stato promosso dall’AGESCI (Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani) Gruppo Scout Salerno 1, che in coerenza alle proprie finalità statutarie ed in forma totalmente gratuita, ha permesso di attuare una convenzione con il Comune di Pellezzano priva di oneri economici a carico dell’ente, a qualsiasi titolo, consentendo così di realizzare un obiettivo socio-assistenziale di fondamentale importanza per i soggetti bisognosi.

Il progetto prevede una calendarizzazione degli interventi, concordata e sottoscritta dal responsabile dell’ente o da un suo delegato. L’attenzione è rivolta all’aspetto sociale della problematica “anziani” operando una serie di azioni mirate ad assicurare prestazioni sociali che facilitino l’anziano nella sua vita pratica e di relazione senza costringerlo a modificare le proprie abitudini di vita nonostante il sopraggiungere dell’età avanzata e delle problematiche ad esse connesse.

“Abbiamo accettato con favore – spiega il Sindaco Francesco Morra – di mettere in atto questa convenzione con l’associazione AGESCI, perché l’obiettivo principale di questo progetto è la realizzazione di attività di assistenza, rivolta a persone anziane sole, allettate e con problemi di deambulazione. Si tratta di un obiettivo largamente condiviso sul piano culturale delle Politiche Sociali, tanto che tra i diversi approcci al tema dei diritti e dell’assistenza delle persone anziane, emerge con forza l’idea che la domiciliarità e la permanenza nel proprio ambiente di vita siano obiettivi prioritario su cui puntare e su cui impegnarsi al massimo livello”.

“Tra i nostri obiettivi a livello amministrativo – fa eco l’Assessore alle Politiche sociali, Annalaura Villari – c’è quello, non solo di supportare e potenziare i progetti di assistenza che si realizzano sul territorio, ma anche quello di migliorare la qualità della vita, dei rapporti interpersonali, sociali e per garantire una vita più partecipativa alle persone anziane”.

Link breve:

Scritto da su 19 Febbraio 2019. Archviato in Dalla provincia, In evidenza, Notizie, Sociale. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi