POSTA
Oggi è

Il patronato Epaca di Nocera Inferiore registra la prima pensione Quota 100

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Arriva l’ok alla prima pensione Quota 100 in Campania. A darne notizia è il patronato Epaca Coldiretti Salerno. L’Inps di Nocera Inferiore ha accolto definitivamente la domanda di N.E., un imprenditore classe ’53 che aveva fatto richiesta di pensione anticipata quota 100 al patronato Epaca di Nocera. Dopo l’esame della pratica, l’Inps di Nocera Inferiore ha proceduto in tempi record alla liquidazione definitiva della prestazione. È uno dei primissimi casi in Italia.

“Le prime richieste sono partite circa un mese fa – ricorda il direttore di Coldiretti Salerno, Enzo Tropiano- il nostro ufficio di Nocera Inferiore ha fatto registrare un piccolo primato, con l’accoglimento dopo appena un mese dalla richiesta di pensione anticipata di un nostro associato. Merito di un lavoro fatto dai nostri uffici con la verifica capillare dei requisiti che scongiura così il rischio – elevato – di rigetto della domanda da parte dell’Inps”.

Soddisfazione viene espressa dal responsabile provinciale dell’Epaca Antonino Vescio: “Abbiamo lavorato tantissime pratiche quota 100 e vediamo i primi risultati positivi. Al di là delle statistiche che rispecchiano la popolosità dei diversi territori, a livello di trend emerge il maggior successo della misura al Sud. Salerno è tra le prime dieci città d’Italia per numero di domanda preceduta solo da grandi centri come Napoli, Palermo, Catania, Torino e Bari”.

Apprezzamenti anche dal segretario di zona Coldiretti Damiano Odierna: “Gli uffici stanno lavorando alacremente per liquidare in tempi brevi le pratiche e l’accoglimento della domanda al nostro socio è un record che dimostra l’ottimo lavoro svolto dagli uffici di Nocera. Dal primo aprile saranno liquidate tutte le domande di pensione di quota 100 per le quali non ci saranno state anomalie e che sono state presentate nelle ultime settimane”.

Link breve:

Scritto da su 8 Marzo 2019. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi