POSTA
Oggi è

“La Corte dei folli” di Fossano vince l’11esimo Festival nazionale “Teatro XS città di Salerno”

Archviato in: Culture,Dalla provincia,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

cof

Proclamati i vincitori dell’undicesima edizione del Festival Teatro XS Città di Salerno 2019. Ad ospitare il gran gala è stato il Teatro Genovesi (via Sichelgaita). Come da tradizione, il momento dell’ufficializzazione dei nomi è stato anticipato da uno spettacolo della Compagnia dell’Eclissi che ha portato in scena “La signora ed il funzionario” di Aldo Nicolaj, per la regia di Marcello Andria. Sul palco: Marika De Vita ed Enzo Tota. Direzione di scena, Angela Guerra. Otto sono state quest’anno le compagnie che hanno partecipato al Festival Teatro XS Città di Salerno: la Corte dei Folli di Fossano (CN) con lo spettacolo “Nel nome del padre” di Luigi Lunari, A.LIB.I Associazione Culturale di Tricase (LE) con “ventOtene” di Walter Prete, la compagnia Colpo di Maschera di Fasano (BR) con “A Vigevano si spacca! – storia a tratti musicale di chi canta Rino Gaetano” di Mimmo Capozzi, “TeatrArte” di Macerata con “Macbeth” nell’elaborazione di Eleonora Sbrascini, “Le Fortunate eccezioni” di Lucca con “Parole incatenate” di Jordi Galceran, la Compagnia Teatrale Calandra di Tuglie (LE) con “Edipo Re” di Sofocle, il Teatro Estragone di San Vito al Tagliamento (PN) con “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti e il Teatro di Anghiari (AR) con “Una spina nella carne” di Francesca Ritrovato, vincitore del IV Festival MonoDrama di Sala Consilina (SA). Il Festival è stato organizzato dalla Compagnia dell’Eclissi, diretta da Enzo Tota, con il patrocinio dell’Istituto d’Istruzione Superiore Statale “Genovesi – Da Vinci”, guidato dal dirigente Nicola Annunziata, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio Salernitana – Fondazione Carisal, delle Soroptimist Club Sezione Salerno, della U.I.L.T. Campania.

La Giuria ufficiale del Festival, coordinata da Marcello Andria e composta da Pina Russo e Lissie Tarantino, in rappresentanza del Soroptimist International Club di Salerno; Pina Masturzo, in rappresentanza dell’Istituto Genovesi-da Vinci; Paolo Ciambelli e Giuliana Capriolo, docenti dell’Università di Salerno; Marica De Vita, Rita Sannino e Felice Avella in rappresentanza della Compagnia dell’Eclissi; ha decretato i vincitori dei premi e delle nomination ed ha conferito due premi speciali non previsti dal bando. I premi ricevuti sono stati dei pezzi unici ed originali realizzati da Roberto Lombardi, in arte Don Qi.

Il Premio della Giuria dei Giovani è stato vinto dallo spettacolo “Ventotene” di Walter Prete, messo in scena dall’Associazione Culturale A.Lib.I. di Tricase (LE); il Premio per la migliore attrice è andato a Norina Benedetti per “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti, messo in scena dalla Compagnia Teatro Estragone di San Vito al Tagliamento (PN); ad aggiudicarsi il Premio U.I.L.T. – Unione Italiana Libero Teatro è stato lo spettacolo “Parole incatenate” di Jordi Galceran, della Compagnia Le Fortunate Eccezioni di Lucca;  ad alzare il Premio per il miglior attore è stato Pinuccio Bellone per il ruolo di Aldo Togliatti in “Nel nome del padre” di Luigi Lunari, regia di Stefano Sandroni, messo in scena dalla Compagnia La Corte dei Folli di Fossano (CN); il Premio speciale della Giuria tecnica è stato attribuito a Patrizia Miggiano, interprete del ruolo della Pizia nello spettacolo “Edipo re” di Sofocle, della Compagnia teatrale Calandra di Tuglie (LE); il Premio per la migliore regia ha registrato un ex aequo ed è andato a Gustavo D’Aversa per lo spettacolo “Ventotene” di Walter Prete messo in scena dall’Associazione Culturale A.Lib.I. di Tricase (LE) e a Giuseppe Miggiano per lo spettacolo “Edipo re” di Sofocle, messo in scena dalla Compagnia Teatrale Calandra di Tuglie (LE); il Premio del pubblico allo spettacolo con il maggiore gradimento è stato per “Virginia va alla guerra” di Norina Benedetti, regia di Carolina De La Calle Casanova, messo in scena dalla Compagnia Teatro Estragone di San Vito al Tagliamento (PN); il Premio speciale della Giuria è andato allo spettacolo “A Vigevano si spacca! Storia, a tratti musicale, di chi canta Rino Gaetano” di e per la regia di Mimmo Capozzi, messo in scena dalla Compagnia Colpo di Maschera di Fasano (BR).

A vincere il premio assoluto dell’XI Festival Nazionale di Teatro XS Città di Salerno è stato lo spettacolo “Nel nome del padre” di Luigi Lunari, per la regia di Stefano Sandroni, messo in scena dalla Compagnia La Corte dei Folli di Fossano.

Link breve:

Scritto da su 11 Maggio 2019. Archviato in Culture, Dalla provincia, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi