POSTA
Oggi è

Salernitana… che recupero

Archviato in: Calcio,In evidenza,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

LIVORNO-SALERNITANA 2-3 (1-1)

LIVORNO. Zima, Di Gennaro, Bogdan, Boben, Del Prato, Luci (66′ D’Angelo), Agazzi, Porcino, Marras (71′ Stoian), Raicevic (75′ Braken), Marsura. A disp.: Ricci, Gasbarro, Murilo, Morelli, Rizzo, Gonnelli, Morganella, Mazzeo, Plizzari. All.: Breda.
SALERNITANA. Micai, Karo, Migliorini, Jaroszynski, Cicerelli (93′ Kalombo), Maistro, Di Tacchio, Firenze (70′ Odjer), Lopez, Djuric, Giannetti. A disp.: Vannucchi, Cerci, Gondo, Odjer, Pinto, Dziczek. All.: Ventura.
MARCATORI. 19′ Marsura, 46′ Migliorini, 56′ Raicevic, 59′ aut. Di Gennaro, 91′ Djuric
ARBITRO. Ghersini di Genova
NOTE. Spettatori: 5598, 498 provenienti da Salerno; ammoniti: Luci, Firenze, Jaroszynski, Djuric; calci d’angolo: 7-3; minuti di recupero: 2′ pt e 5′ st;

Salernitana, che “recupero”: 3 a 2 a Livorno. Decisivo l’extra time per il momentaneo pareggio di Migliorini (1-1) nel primo tempo ed il colpo di testa vincente di Djuric (dopo il raddoppio amaranto di Raicevic ed il nuovo pari con l’autorete di Di Gennaro) che al 91′ vale il secondo posto solitario. Terzo successo esterno consecutivo per i granata. LA PARTITA. Appare più volitiva la formazione toscana. Granata, almeno per il momento, guardinghi. Decimo giro di lancette, Raicevic beffa il pacchetto arretrato avversario: lo stacco di testa non degno di tal nome, nel cuore dell’area di rigore, fortunatamente non impensiersice Micai. L’undici di Ventura, come già avvenuto negli ultimi 180 minuti, fatica a costruire trame offensive ad inizio contesa. I padroni di casa pressano e la difesa campana crolla. La prendi tu, la prendo io, Micai pensa “bene” di non intervenire e Marsura da pochi passi buca la rete. Vantaggio Livorno al diciannovesimo. Poco più tardi, finalmente, si fa vedere la Salernitana. Lopez prova una sorta di cross basso, svirgolata del diretto marcatore di Giannetti, l’ex Cagliari manca il controllo dal dischetto del rigore e Di Gennario evita il peggio. Porcino, intanto, diviene assoluto protagonista del match. Da una parte assiste Raicevic che non inquadra lospecchio della porta e dell’altro stoppa sulla linea la conclusione a botta sicura di Djuric. Sul finire del tempo ancora amanto pericolosi. C’è il palo a dire non al raddoppio ed alla “testata” di Boben. Tocca a Marsura a giro, Micai c’è. Tempo di recupero, Zima dice no a Firenze e sul successivo traversone è Migliorini a far centro con un chirurgico colpo di testa. Parte la ripresa. Quattro giri di lancette e Marras, liberatosi di Lopez, trova il numero uno granata a frenarlo. Sessanta secondi dopo Djuric reclama un calcio di rigore, Ghersini lascia correre. Al 56′ nuovamente alle corte la retroguardia avversaria. Marsura e Marras scambiano, Raicevic beffa Micai da posizione defilata. Nemmeno il tempo di esultare. Centottanta seconi, angolo affidato a Lopez e deviazione involontaria di Di Gennaro per il 2 a 2. Secondo tempo senza pausa. Luci dalla distanza, sopra la traversa. Il numero sette del Livorno torna alla carica. Il portiere campano vola e devia. Non molla la pedina di Breda. Retropassaggio errato dell’attaccante bosniaco, destro a giro: ci mette il piede Migliorini. Ultimi dieci minuti. S’infortuna D’Angelo, sostituzioni terminate. Padroni di casa in dieci. La Salernitana, a questo punto, preme e Djuric (91′) fa centro con il suo pezzo forte: elevazione e testata. Da sottolineare il certosino lavoro di Maistro ed il crosso di Lopez (ed anche il momento di sbandamento della difesa toscana). Brivido ad un passo dal triplice fischio. Stoian non concretizza . Tutti a festeggiare.

Link breve:

Scritto da su 3 Ottobre 2019. Archviato in Calcio, In evidenza, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi