POSTA
Oggi è

Scena Teatro e la tre giorni di “Ammazzali” al teatro “La Mennola” di Salerno: Antonello De Rosa dirige Nina Stimolo, Carmen Amoroso e Caterina Ianni

Archviato in: Culture,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Una tre giorni all’insegna del pathos. Merito dell’Associazione Scena Teatro, del regista Antonello De Rosa e delle attrici Nina Stimolo, Carmen Amoroso e Caterina Ianni: protagoniste dello spettacolo “Ammazzali” presso il teatro “La Mennola” di Salerno venerdì 8 e sabato 9 alle ore 21 e domenica 10 novembre alle ore 19. Tratto dall’opera di Josè Triana, l’adattamento e riscrittura scenica del regista De Rosa conserva i toni grotteschi e i richiami al teatro dell’assurdo presenti nel testo originale, pur aggiungendo dettagli e caratteristiche che rendono la messa in scena unica. Chiuse in una stanza, tre sorelle giocano a mettere in atto l’assassinio dei propri genitori scambiandosi ruoli e funzioni. Interverranno, in qualità di testimoni, gli stessi genitori uccisi, coronando l’interpretazione di uno psicodramma sociale in cui vittime e colpevoli, “recitati” e “recitanti” perdono i propri confini netti.”Abbiamo voluto dare priorità a produzioni già esistenti – afferma Antonello De Rosa – come Ammazzali, nel secondo fine settimana di novembre, testo tratto da Jose’ Triana dalla Notte degli Assassini. E’ il testo che abbiamo portato a Rimini, al festival Le Voci dell’Anima, in questa rassegna molto prestigiosa e sono orgoglioso di come è andato il risultato finale. Sono orgoglioso delle mie ragazze, passatemi sempre questo termine, le attrici NinaStimoloCarmen Amoroso e Caterina Ianni per come hanno affrontato questa prima uscita fuori dal nostro territorio e di come sono riuscite ad approcciare a questa totale novità. Al teatro La Mennola a Salerno, in via Salvatore Calenda, in uno spazio piccolo lo spettacolo uscirà come non mai per tre ragazze rinchiuse in uno scantinato, in una camera o semplicemente nelle loro anime senza riuscire ad evadere. Il pubblico avrà questa sensazioni di assoluto contatto”.

Link breve:

Scritto da su 7 Novembre 2019. Archviato in Culture, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi