- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

Al via il giro di boa, Salernitana devi correre

Il ds Salerno, tocca a lui rinforzare la SalernitanaPronti via per il giro di boa. Mettiamola così, parte un nuovo campionato per la Salernitana. Così facendo, credeteci, sarà più facile dimenticare quella che è stata la consegna di un biglietto di sola andata. Parlano i risultati. Dodici punti in classifica non sono niente sui sessantatre disponibili. Quindi, meglio ricominciare (al di là della gara con il Sassuolo da recuperare). Dalla trasferta, la seconda consecutiva dopo il pareggio ad occhiali di Vicenza, in quel di Frosinone. A proposito, la squadra di Moriero è reduce dal convincente successo esterno (3-0) ai danni della Triestina. Si riparte dalla Ciociaria, dove lo scorso anno decisero Fava e Ciaramitaro (bissando la vittoria dell’andata). Quest’anno, invece, nella prima di campionato furono proprio i gialloblu ad espugnare l’Arechi. Volendoci appellare alla scaramanzia, decisamente meglio toccar ferro. Non sarà il match più facile del mondo, soprattutto per le tante assenze (Montervino, Carcuro e Bastrini squalificati), ma la prestazione incoraggiante di Vicenza lascia ben sperare. Magari, aggiungendo il tanto atteso rinforzo in mediana ed in avanti. Sbirciando sempre con attenzione la graduatoria cadetta, invece, ci si accorge come la Salernitana sia costretta a viaggiare come una freccia rossa. Dal penultimo posto (Mantova 19) ci sono nove gradini da scalare. Dal terzultimo (Piacenza 20) appena, si fa per dire, uno in più. Dal quartultimo (Reggina 23) addirittura 11. Ed infine ben dodici sulla Triestina (24), quintultima (posizione che vuol dire salvezza con cinque punti di vantaggio sulla quartultima, altrimenti spareggio). Cosa dire, auguriamoci che la Salernitana possa iniziare a viaggiare comoda e di corsa. Ricordate il Modena di Apolonni? Era ultimo e spacciato quando, nel girone di ritorno, venne sconfitto proprio all’Arechi.