- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

Fischi, pareggio ad occhiali e botte: Salernitana-Cesena è in bianco e nero

Il tecnico GrassadoniaE’ un finale in bianco e nero. Non tanto per il successo, mancato sia chiaro, da parte del Cesena ma per l’incredibile inconsistenza palesata dalla Salernitana. I successi con Torino e Piacenza, che avevano rianimato i granata, hanno in realtà rappresentato un fuoco di paglia. La sconfitta subita al “Del Duca” con l’Ascoli, in rimonta, è stata ampiamente giustificata dalla prova scialba sfornata all’Arechi questo pomeriggio al cospetto degli uomini di Bisoli. Altro che ripresa, sembra quasi una resa. Difficile, probabilmente impossibile, da spiegare. Il black-out marchigiano ha trovato un seguito inaspettato. Ci si aspettava, a dire il vero, una gara gagliarda contro la matricola romagnola ed invece è accaduto praticamente il contrario. Le batterie granata sono scariche, questo è il dato di fatto. Mettiamoci, poi, le scelte poco condivisibili di Grassadonia, su tutte la sostituzione di Dionisi (unica pedina capace di creare grattacapi agli avversari), ed il gioco è compiuto. Un gioco, francamente, che non avremmo mai voluto condividere. Le contendenti alla sopravvivenza cadetta scappano, la Salernitana resta a guardare. Gli unici sussulti di un sabato opaco? Le conclusioni di Jadid e Montervino. Nessuna nota lieta, particolarmente quando si è costretti a vincere per abbadonare l’ultima posizione di classifica. D’accordo, nemmeno il Cesena (con ambizioni play-off) ha fatto il suo dovere ma almeno è andata vicina alla marcatura con gli stacchi aerei dell’accoppiata Greco-Schelotto. Solo fischi, assordanti, al rientro negli spogliatoi. Il principale indiziato? Il tecnico granata, indovinate perchè. Episodio deprecabile, invece, prima dell’inizio della partirta. A farne le spese un gruppo di tifosi romagnolo. Una vera e propria imboscata, durante la sosta pranzo, portata a termine da alcuni teppisti definiti “ultras granata”. La Polizia avrebbe già identificato i protagonista dell’aggressione.

I risultati della 25esima giornata cadetta: Ancona-Torino 2-1, Empoli-Gallipoli 2-2, Frosinone-Piacenza 2-3. Lecce-Cittadella 1-5, Padova-Crotone 2-0, Reggina-Modena 0-1, Sassuolo-Ascoli 0-1, Grosseto-Mantova (lunedì 15-3), Albinoleffe-Triestina (lunedì 15-3)

La classifica della 25esima giornata cadetta: Lecce 49, Sassuolo, Cesena, Brescia e Ancona 45, Modena e Cittadella 42, Torino 41, Ascoli e Vicenza 39, Frosinone e Albinoleffe 38, Crotone 35, Gallipoli e Piacenza 34, Triestina e Reggina 33, Mantova 30, Salernitana 22 (Crotone 2 punti di penlizzazione, Ancona 3 punti di penalizzazione).