POSTA
Oggi è

In una giornata di lacrime e ricordi, ciao “Siberiano”. Lutto al braccio per la Salernitana che saluta la cadetteria

Archviato in: Calcio,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Carmine Rinaldi, "il Siberiano"Non è stato un pomeriggio qualunque. Non sono stati giorni qualunque. Non saranno mai tempi qualunque. Soprattutto per chi ha avuto la fortuna di conoscere Carmine Rinaldi, per tutti e per gli affezionati della Salernitana il “Siberiano”. Un uomo forte, leale che a soli 45 anni è stato stroncato da un infarto. C’è chi diceva, era capace di piegare il ferro grazie alla sua immensa forza. Forza che non è riuscito a supportarlo nel momento più grande del bisogno. Ciao Siberiano. Ed un autentico ciao, ricco di pathos, gli è stato rivolto dai suo fratelli ultras (quelli genuini, quelli veri, quelli anche di cavese, nocerina, bari reggina, avellino, napoli, juve stabia, monopoli) in quella cornice del Vestuti casa, per tantissimi anni, degli ultras genuini e del siberiano con indosso quella maglia bianca della Salernitana e nella mano impugnato il suo megafono. Striscioni, cori e lacrime prima del rito funebre presso la chiesa di santa maria a mare. Ciao siberiano.

La parola matematica è traducibile con i termini “scienza”, “conoscenza” o “apprendimento”; “incline ad apprendere. Apprendiamo, allora, che la Salernitana, matematicamente, ha lasciato la cadetteria. Definitivamente, per chi non l’avesse ancora capito. Le valige erano pronte da tempo ma adesso si è preso anche il volo. Auguriamoci, che tramite Lombardi o la Meleam, il volo sia diretto, ma davvero diretto, verso la Lega-Pro (vecchia e cara serie c). La Salernitana saluta la cadetteria, con bette sette giornate d’anticipo, e lo fa ad Empoli con l’ennesima sconfitta di questo incredibile torneo. Dionisi e Caputo avevano illuso i granata (in campo soprattutto per l’onore). Il poker di reti di Eder (già a bersaglio con il Frosinone in passato), i cartellini rossi sventolati a Pippa e Iuliano, ed il gol di Marianini hanno fatto il resto. Valige e partenza cadetta, perché? Dall’estate ad oggi si è programmato alla meno peggio.

Link breve:

Scritto da su 14 Aprile 2010. Archviato in Calcio, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi