POSTA
Oggi è

Al Diana di Nocera Inferiore Ivan Lins apre “Jazz in Parco”

Archviato in: Spettacoli | Versione stampabile Versione stampabile

E’ Ivan Lins questa sera (21 giugno 2010), alle ore 21.30, al teatro comunale Diana di Nocera Inferiore ad aprire la XIII edizione di Jazz in Parco, la rassegna organizzata dall’Associazione Noceracconta con il contributo della Città di Nocera Inferiore, della Provincia di Salerno, della Regione Campania, della Camera di Commercio e dell’Ente Provinciale per il Turismo di Salerno. “Dal fado al samba”, è quest’anno il sottotitolo del festival che torna ad accendere i riflettori sulla musica d’impianto afroamericana con le sue innumerevoli contaminazioni trasformando l’antico maniero di Nocera Inferiore in un teatro naturale all’aperto. Lins lunedì sera proporrà al pubblico di Jazz in Parco i suoi brani cult ma anche le nuove produzioni. Scrigni musicali nei quali si ritrovano insieme samba, bossa nova ed altri ritmi “con una intensa dose di lirismo ed una naturale comunicativa che incanta, coinvolge e commuove il pubblico”, come sottolinea Ondina Sannino, direttore artistico di Jazz in Parco. A firmare la direzione organizzativa del festival è Elia Pirollo.

Per dare  il “la” alla XIII edizione di Jazz in Parco Ivan Lins (voce, tastiera) si presenterà in formazione con André Sarbib  (pianoforte, tastiere), Chris Wells (percussioni), Alfonos Pais (chitarra) e João Moreira  (tromba).

Lins è considerato il miglior cantautore brasiliano dai tempi di Antonio Carlos Jobim. Plurivincitore del Latin Grammy Award, è riconosciuto fra i migliori compositori brasiliani. La carriera di questo cantautore, compositore, cantante, pianista, percussionista e paroliere è iniziata 35 anni fa ed ha prodotto 27 album, con oltre 350 canzoni registrate in Brasile ed altre centinaia in tutto il mondo. La sua prima opera, “Madalena”, è stata registrata da Elis Regina nel 1970 ma è divenuta più nota la versione cantata da Simone Bittencourt de Oliveira.  Tra i successi che hanno in calce la firma di Lins c’è anche “Wonderful Tonight” realizzato in tandem con Michael Bublè.

Sabato (26 giugno) i riflettori saranno puntati su Yamandu Costa e Guto Wirtti. Nato a Passo Fundo, in Brasile, Costa ha iniziato gli studi di chitarra grazie al padre Algacir, musicista, all’età di 7 anni. Ha perfezionato la tecnica con l’argentino Lúcio Yanel. Domenica 27 giugno doppio concerto all’ombra del Castello Fienga. La prima parte avrà come protagonista la formazione guidata da Stefano Giuliano (sax alto), il Latin-Jazz Project, con Nicola Coppola  alla tromba; Raffaele (Lello) Carotenuto al trombone; Michele Di Martino al pianoforte; Domenico Andria al basso; Pierpaolo Bisogno alle percussioni e Gaetano Fasano alla batteria. Protagonista della seconda parte sarà Maria João (voce) con Mário Laginha (piano) accompagnati da  Bernardo Moreira al contrabbasso, Alexandre Frazao alla batteria e Julian Arguelles al sax.

Per maggiori informazioni www.jazzinparco.it. Infoline 338/7017184  333/7004666. Inizio concerti ore 21.30. Costo biglietti: posto numerato 20 euro; unico 15 euro.

Link breve:

Scritto da su 21 Giugno 2010. Archviato in Spettacoli. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi