POSTA
Oggi è

Preso l’aggressore del conducente dell’autobus di linea n 6

Archviato in: Cronaca,In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

I poliziotti della DIGOS e della Squadra Mobile di Salerno, nella tarda mattinata di oggi, hanno individuato e denunciato all’autorità giudiziaria l’uomo che questa mattina ha aggredito l’autista del CSTP in servizio sull’autobus di linea numero 6. Si tratta di un giovane salernitano di 29 anni. L’aggressore, salito a bordo del pullman verso le ore 6, nel tratto stradale che va da Piazza Caduti Civili di Brescia e piazza Gian Camillo Gloriosi, aveva tentato di rapinare l’autista del suo portafogli minacciandolo con una cintura con borchia metallica. Immediata la reazione della vittima che in seguito alla colluttazione ha riportato una ferita ad un braccio. Tutti i particolari forniti dall’autista sono stati utili alla risoluzione delle indagini condotte dai poliziotti. L’aggressore, già noto alle forze dell’ordine, in base ai riscontri accertati dai Poliziotti, è stato accusato di rapina aggravata e lesioni personali. Il ragazzo, raggiunto dagli Agenti presso la sua abitazione intorno all’ora di pranzo, ha negato i fatti, dando una versione diversa tale da sminuire la gravità dei reati commessi.

In seguito a questo ennesimo episodio di aggressione contro un autista degli autobus di linea, arriva la denuncia, in una nota, della FILT CGIL. Nelle ultime settimane sono stati segnalati alcuni episodi di aggressioni ai danni dei conducenti. La Filt CGIL, nel documento, ritiene che solo nella continuità d’azione tra il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, le istituzioni, le aziende e il sindacato si possano ottenere importanti risultati per la sicurezza degli utenti e dei lavoratori degli enti pubblici.

Link breve:

Scritto da su 17 Agosto 2010. Archviato in Cronaca, In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi