- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

“E’ il momento della preghiera”, le parole del papà di Francesca. Domani mattina i funerali a Minori.

”Questo e’ il momento della preghiera. Non ho mai avuto dubbi sul fatto che l’avremmo ritrovata. Ringrazio tutti quelli che ci hanno sostenuto in questi giorni, e che hanno aiutato nelle ricerche”. Sono state queste le parole pronunciate da Raffaele Mansi, dopo il riconoscimento di Francesca, ritrovata sabato scorso a largo delle Eolie. Alle 17,30 di ieri la salma della ragazza, ingoiata dal mare lo scorso 9 settembre dopo essere stata travolta dalla colata di fango e detriti partiti dal fiume Dragone a causa delle forti piogge , ha lasciato l’isola. Il nulla osta c’è stato dopo che le procure di Barcellona Pozzo di Gotto e Salerno, insieme ai carabinieri, hanno definito tutti gli adempimenti di legge.  La bara è stata imbarcata sul traghetto della Siremar ”Laurana” che questa mattina verso le 7 è giunta a Napoli.  Ad accompagnare questa mattina a Napoli i familiari della giovane anche il sindaco di Minori, Andrea Reale, che ha lanciato un monito affinché  il territorio costiero non sia abbandonato ma costantemente ”monitorato”. Appello che tra l’altro lo stesso sindaco di Minori con il  primo citadino di Atrani, Nicola Carrano, aveva ripreso durante il tavolo di concertazione programmato a Palazzo Sant’Agostino dall’assessore alla protezione Civile, Antonio Fasolino. I funerali di Francesca Mansi si terranno domani mattina alle 9,30, nella basilica di Santa Trofimena di Minori (Salerno).

I cittadini di Atrani e di Minori si sono stretti in un abbraccio intorno ai familiari di Francesca; prevista anche una veglia  di preghiera. Domani saracinesche abbassate in segno di lutto. Il sindaco di Atrani, Nicola Carrano, ha espresso il desiderio di intitolare a Francesca largo Marinella, la piazzetta davanti alla spiaggia.