POSTA
Oggi è

Chiesta al Governo la proroga per l’accatastamento dei cosiddetti “fabbricati fantasma”

Archviato in: Culture,In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Ingegneri, architetti, dottori agronomi e forestali, geometri, periti agrari e industriali, hanno firmato un documento con la richiesta agli Organi di Governo e di categoria, di una proroga degli accatastamenti dei cosiddetti “Fabbricati Fantasma”, di cui all’ex art. 19 D.L. 78/2010, attualmente fissata per il 31 dicembre prossimo. Tutto ciò a seguito delle difficoltà strutturali degli Uffici preposti, per la mole delle pratiche, e per gli enormi problemi causati dalle cattive condizioni metereologiche che hanno investito l’intero territorio nazionale ed in particolare la provincia di Salerno. La lettera è stata inviata al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro dell’Economia, al Direttore dell’Agenzia del Territorio e ai Presidenti nazionali degli Ordini interessati, ed è firmata da Armando Zambrano, presidente Ingegneri Salerno; Domenico Maisto, presidente Agronomi e Forestali Salerno; Pasquale Caprio, presidente Architetti Salerno; Ciro Robustelli, presidente Geometri Salerno; Antonio Landi, presidente Periti Agrari Salerno; Guido Ferri, presidente Periti Industriali Salerno. L’evoluzione della normativa catastale ha segnato nuovi percorsi per i professionisti chiamati ad operare in maniera sempre più significativa sulla relativa banca dati con necessari approfondimenti di questioni tecniche, operative ed organizzative con i locali Uffici Provinciali dell’Agenzia del Territorio. Tutto questo comporta un notevole rallentamento del lavoro. Per questi motivi, gli ordini professionali di Salerno hanno chiesto “una ragionevole proroga al termine prestabilito”, in modo da garantire una idonea conclusione degli adempimenti in questione.

Link breve:

Scritto da su 13 Dicembre 2010. Archviato in Culture, In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi