POSTA
Oggi è

Dolce Salernitana, la zona play-off è tutta tua: Fava “serve” il kappaò al Pergocrema

Archviato in: Calcio,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Dino Fava, ancora decisivo il bomber granataDolce, dolcissima la domenica pomeriggio della Salernitana. Non poteva essere altrimenti, d’altronde, affrontando il Pergocrema. Quel dolce gusto del successo non poteva di certo passare in secondo piano. Ed allora, anche con la spinta del ritrovato pubblico, la formazione granata continua a spingere e ritrovare lo smalto perduto negli ultimesi mesi del 2010. Senatori accantonati e giovani pronti a mettersi in mostra, questa la ricetta vincente di Breda. La “testata” di Fava, terza marcatura in appena 180 giri di lancette, permette di toccare con mano la posizione play-off. Senza dimenticare, ovviamente, un unizio di nuovo anno scoppiettante per prestazione e bottino di punti portati a casa. Al tappeto sono andate Sud Tirol, Lumezzane e Pergocrema. Una sola divisione della posta in palio: nel derby con la Paganese, cenerentola del girone A della Lega-Pro Prima Divisione, ma non tutti i novanta minuti riescono nel modo migliore. Nei restanti disputati, invece, i sostenitori hanno potuto ammirare una compagine che non molla su ogni pallone e costruisce anche trame di gioco interessanti. Tanto di cappello e lode al numero uno Caglioni, giunto in Campania poche ore prima della sfida del Marcello Torre, ai difensori Jefferson, D’Alterio (cartellino rosso ingenuo rimediato oggi che ha lasciato la squadra in inferiorità numerica per oltre venti giri di lancette) e Accursi, ai centrocampisti Carcuro e Carrus, agli attaccanti Fava e Ragusa. Cuore, grinta, freschezza atletica e quel tocco d’esperienza che non guasta mai. Proprio così la Salernitana prova a tornare protagonista. Non pensando troppo, però, al prossimo 15 febbraio quando dal “palazzo” potrebbero materializzarsi nuovi e pesanti punti di penalizzazione.

Link breve:

Scritto da su 6 Febbraio 2011. Archviato in Calcio, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi