POSTA
Oggi è

I sapori dei Picentini nell’arte con l’Accademia Grassi

Archviato in: Culture | Versione stampabile Versione stampabile

Si dovranno consegnare entro mezzogiorno di venerdì 28 ottobre le opere da far concorrere alla ottava edizione del Concorso Internazionale “Alfonso Grassi” nell’ambito della 34esima edizione della “Sagra della castagna” in programma dal 28 ottobre al 1 novembre 2011 a San Cipriano Picentino. E’ “I colori dell’autunno” il titolo scelto per questa collettiva che avrà come scenografia architettonica l’Ostello della Gioventù (ex Convento di San Francesco a San Ciprinano).  La cerimonia di premiazione si terrà sabato 5 novembre  negli spazi del Palazzo delle Culture, a partire dalle ore 16.45. Ad essere premiati saranno i primi tre lavori indicati dall’apposita giuria di tecnici ed esperti. Anche in questa occasione, l’Accademia Internazionale d’Arte, Cultura e Società “Alfonso Grassi” vuole chiamare i tanti talenti del nostro territorio a confrontarsi con l’arte estemporanea.
Quattro sono le sezioni previste dal bando: pittura, scultura, ceramica ed artigianato. Tre sono, invece, le tematiche sulle quali gli artisti potranno esprimersi: il folklore a S. Cipriano (tra cultura e tradizione); la castagna ed i Picentini nella storia oppure il tema libero, ma sempre attinente all’autunno. Il termine ultimo per la partecipazione è stato prorogato al 28 ottobre. Per chi volesse partecipare all’estemporanea sarà offerta una base circolare di legno-castagno (opportunamente timbrata presso il Comune di S. Cipriano) su cui poter realizzare il proprio lavoro; oppure si potrà portare un supporto a scelta presso la sede legale dell’Accademia per la necessaria timbratura (via Medaglie doro, 36 – Salerno).
L’inaugurazione della mostra realizzata con le opere partecipanti si terrà venerdì pomeriggio (28 ottobre 2011) alle ore 16.45. Ad aprire il vernissage sarà il sindaco di San Cipriano, Gennaro Aivoli.
Per maggiori informazioni: www.accademiagrassi.it. Info line: 089333903.

Link breve:

Scritto da su 27 Ottobre 2011. Archviato in Culture. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi