- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

Protocollo d’intesa tra Provincia e Cir per la difesa dei diritti dei rifugiati e richiedenti asilo

E’ stato sottoscritto stamane a Palazzo Sant’Agostino il Protocollo d’Intesa tra la Provincia di Salerno ed il Consiglio Italiano per i Rifugiati (Cir), per la difesa dei diritti dei rifugiati e richiedenti asilo. L’iniziativa, promossa dall’assessore alle Politiche sociali Sebastiano Odierna rappresenta una collaborazione importante ,legata al fatto che la provincia di Salerno ospita circa 350 richiedenti asilo di varie nazionalità, tra cui 25 minori non accompagnati, oltre alla popolazione immigrata stabilmente residente, pari a 33.510 unità. All’incontro hanno partecipato,oltre all’assessore  Odierna ed al consigliere provinciale Massimo Cariello ,Christopher Hein direttore Cir,  Vincenzo Amendola, vice Prefetto Salerno, don Vincenzo Federico, direttore Caritas Teggiano- Policastro, Alessandra Napolitano, Consigliere politico per l’Immigrazione, referente della Consulta immigrati, Fathia Chakir, rappresentante dell’Associazione “Un Mondo a colori”.Il Direttore del CIR,Christopher Hein ha condiviso appieno l’interesse a ricercare collaborazioni con soggetti associativi attivi nel territorio della provincia di Salerno, allo scopo di integrare la propria attività nazionale in difesa dei diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo e per favorire l’affermazione di un sistema integrato ed efficiente che si sviluppi nelle diverse fasi dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’eventuale ritorno assistito nel Paese di origine, in attuazione dei principi stabiliti dal sistema internazionale dei diritti umani, dalla Convenzione di Ginevra sui Rifugiati del 1951 e della recente normativa comunitaria.La cooperazione tra la Provincia di Salerno ed il CIR Onlus, che si attuerà in vari settori (formazione, progettazione, comunicazione, ecc.),  secondo le rispettive capacità ,in termini di risorse umane e finanziarie,potrà includere: l’organizzazione e la partecipazione a incontri, seminari, conferenze, giornate studio; lo scambio di informazioni e consultazioni nelle materie di mutuo interesse.Ad opera del CIR la formazione specifica degli operatori dello Sportello Immigrati della Provincia ,ma anche  la collaborazione e il coinvolgimento nell’ambito dell’ampliamento dei servizi presso lo Sportello, in favore di richiedenti asilo e rifugiati.Al Protocollo potranno altresì aderire ulteriori soggetti pubblici (come la Prefettura, la Questura, ecc.) e privati che ne condividano le finalità progettuali sottoscritte.