POSTA
Oggi è

Missione a noi !

Archviato in: In evidenza,Mondo cattolico | Versione stampabile Versione stampabile

         “La Chiesa o è missionaria o non è”ha ricordato al mondo con il Decreto Ad Gentes (1965) il Concilio Vaticano II e possiamo dire che la nostra realtà particolare ne ha l’impronta.

Gemellaggi parrocchiali con l’Asia, l’Africa, l’America Latina, mostre missionarie , la festa dei popoli, la Comis- Cooperazione missionaria e sviluppo Terzo mondo -che opera grazie all’impegno della realtà parrocchiale  Cuore Immacolato di Maria e ha fondato ben nove parrocchie nel mondo tutte titolate a san Matteo,  la più recente  inaugurata proprio lo scorso 21 settembre in Amazzonia dove visse e operò don Alfonso De Caro, fidei donum della nostra diocesi che annovera anche la figura di S.E. mons. Gaetano Pollio, il vescovo missionario la cui travagliata vita di fervente missionario in Cina dal 1935 al 1951, quale arcivescovo di Kaifeng sotto la persecuzione di Mao-Tse-Tung, è narrata nel libro autobiografico “Croce d’oro fra le sbarre”.

 Inizia oggi il mese di ottobre dedicato alla Missio ad Gentes e non a caso viviamo la festa liturgica di santa Teresina di Lisieux –molto venerata nell’ omonima parrocchia di Battipaglia la cui comunità, guidata pastoralmente da don Fernando Lupo ieri sera ne ha portato il sacro simulacro in processione per le vie cittadine. Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo pur non essendosi mai mossa dal Carmelo di Lisieux fu proclamata Patrona delle missioni, unitamente a san Francesco Saverio, nel 1927- due anni dopo la sua canonizzazione – e nel 1997 in virtù dei suoi scritti in cui si illustra la “piccola via” dell’umiltà e della piccolezza quale percorso di santità viene  proclamata dottore della Chiesa, terza donna  a ricevere dalla Santa Sede questo riconoscimento dopo santa Teresa d’Avila e santa Caterina da Siena.

”Chiamati a far risplendere la parola di verità” è il tema scelto per il prossimo 21 ottobre in cui vivremo la Giornata missionaria mondiale, idea nata nella diocesi di Sassari all’inizio degli anni Venti ed estesa da Pio XI dal 1926 a tutta la Chiesa cattolica nella penultima domenica di ottobre di ogni anno e affidata alle Pontificie opere missionarie per l’organizzazione.

Non possiamo concludere questo breve scritto senza ricordare che nella Chiesa mai verrà a mancare la presenza del Signore Gesù nella forza dello Spirito Santo, secondo la sua stessa promessa: «Io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo» (Mt 28, 20). Gli odierni relativismi  in ambito religioso non sono un sufficiente deterrente, l’oneroso ma affascinante impegno dell’evangelizzazione appartiene alla natura stessa della Chiesa ed è «suo compito primario». «Caritas Christi urget nos – l’amore del Cristo ci spinge» (2 Cor 5, 14). Maria Santissima  Regina delle Missioni la cui icona  con lo sguardo rivolto al Cielo e il mondo contenuto fra le mani in atto di offerta a Dio, aiuta a comprendere quanto abbia a cuore le sorti terrene ed eterne dell’umanità ci ricorda  quella parte di popolazione mondiale ancora in attesa del Primo Annuncio del Vangelo, in continua  lotta  e sofferenza quotidiana  in grande povertà materiale e spirituale… cui noi non possiamo rimanere indifferenti.

Link breve:

Scritto da su 1 Ottobre 2012. Archviato in In evidenza, Mondo cattolico. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi