- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

Conclave, seconda fumata nera. Il racconto del salernitano Angelo Tortorella

“E’ il mio primo conclave da fotoreporter. Sto vivendo un sogno. Ringrazio la sala stampa vaticana per la disponibilità che ha dimostrato”. Trapela commozione ed antusiasmo tra le parole di Angelo Tortorella, fotoreporter inviato a seguire il conclave per il mensile “Fermento” dell’arcidiocesi di Cava – Amalfi ed edito dall’associazione culturale “S. Francesco di Sales”. A Roma da lunedì, Angelo Tortorella sta raccogliendo, scatto dopo scatto, tutte le immagini del conclave. E stamattina, come ieri pomeriggio, era in piazza San Pietro nella postazione riservata alla stampa. Lui, insieme agli altri cinquemila giornalisti provenienti da tutto il mondo, sta seguendo passo passo queste giornate vaticane  . “Sono tante le cose da fotografare. Dalla piazza colpiscono i gruppi di persone giunte da tutto il mondo per sostenere i cardinali delle loro nazioni”.

Quando alle 11.45 di questa mattina dal comignolo della cappella Sistina è apparso il fumo, in piazza San Pietro è sceso il silenzio. “Non si riusciva a capire bene il colore. Ci ha sorpresa l’anticipo rispetto all’orario previsto, tanto che in un primo momemto pensavamo fosse stato eletto il Papa”. Nel pomeriggio sono previste algtre due votazioni a partire dalle 16.30.