- TDS Tele-Diocesi - https://www.telediocesi.it -

San Matteo, Salernitana e tifosi: un legame intenso (non solo con le coreografie)

Salernitana-Reggiana 97/98Un legame intenso. La Salernitana e San Matteo. I tifosi della Salernitana e San Matteo. Un legame forte. Anche lo sport ed il calcio in particolare si fermano il 21 settembre: giorno dedicato al Santo Patrono della nostra città. La Salernitana, la proprietà, i dirigenti, l’allenatore, i calciatori, l’intero staff, attraverso un messaggio apparso  sul sito web del club ed a causa della rifinitura tenutasi stamane in attesa della gara con il pontedera, hanno reso omaggio al Santo Patrono. Patron e co-patron, invece, presenti durante la processione per le vie della città. Ritornando all’affezione dei sostenitori, impossibile dimenticare alcuni momenti che hanno avuto per protagonisti proprio il 21 di settembre e la figura di San Matteo. Con in primo piano coreografie ed un fatto particolare accaduto nell’ottobre del 1995 con la Salernitana costretta a fare i conti con quattro punti di penalizzazione in graduatoria. Proprio il 21 settembre, la commissione disciplinare, poco prima dell’inizio della processione dedicata a San Matteo, decise di non condizionare il torneo dei granata con la penalizzazione. Quattro punti in più e striscioni in favore del Santo protettore di Salerno che aveva teso più di una mano alla squadra cittadina. Sport, calcio, devozione, unione, riflessione:  questo è San Matteo, Salernitana, tifosi.