POSTA
Oggi è

BMTA, oggi a Paestum il taglio del nastro

Archviato in: Cronaca,Culture,Dalla provincia,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

taglio-del-nastroHa preso il via questa mattina la XIX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, ideata e diretta da Ugo Picarelli, in programma fino a domenica 30 ottobre 2016 a Paestum, tra l’area adiacente al Tempio di Cerere, il Museo Archeologico Nazionale e la Basilica Paleocristiana. Hanno partecipato alla Cerimonia di apertura e al taglio del nastro Dorina Bianchi Sottosegretario di Stato ai Beni e alle Attività Culturali e al Turismo, Corrado MateraAssessore allo Sviluppo e Promozione del Turismo della Regione Campania, Italo Voza Sindaco di Capaccio Paestum.
La fruizione dei beni culturali e la sinergia pubblico-privato per ottenerla, sono i punti cardine del messaggio che da uno dei siti archeologici più importanti d’Italia viene lanciato dal Sottosegretario Dorina Bianchi: “Per questa capacità la Campania è una regione tra le più virtuose, ma tutto il Sud registra un numero di presenze che in un anno totalizza la sola città di Venezia. Pensate che forza prorompente potrebbe e dovrebbe essere qui il lavoro nel turismo. Perciò la Borsa di Paestum vedrà la presenza del Ministro Franceschini e di tutti e tre i Sottosegretari. Perché qui è possibile misurare quanto il Sud sia l’unico motore reale per far crescere questo Paese”.
Il Sottosegretario ha accolto con grande favore, per questo, l’iniziativa del Direttore del Museo e Parco Archeologico di Paestum Gabriel Zuchtriegel, che ha risposto tempestivamente alla richiesta di programmazione della riforma Franceschini. È già pronto, infatti, il calendario degli eventi che animeranno il Parco Archeologico di Paestum da gennaio a dicembre 2017. Dalla “Mostra Possessione. Trafugamenti e furti di Antichità a Paestum”, che sarà inaugurata a gennaio, ai “Giorni romani”, con rievocazioni storiche e laboratori didattici previsti a maggio, dai “Venerdì dei depositi”, con visite guidate ogni settimana alla scoperta dei tesori custoditi, ai laboratori didattici ogni domenica “Dal Mito al Tempio”: sono più di trenta le iniziative già pronte per attirare visitatori tutto l’anno nella città antica e messe nero su bianco su un calendario che si spinge fino a giugno 2018 con le celebrazioni per il 50° anno dal ritrovamento della Tomba del Tuffatore, al via a dicembre 2017. “Una novità assoluta per l’Italiaha rimarcato il Direttore Zuchtriegel – il vecchio sistema gestionale non permetteva una programmazione a lunga durata, mentre oggi possiamo già presentare con orgoglio un programma dettagliato con le date per il prossimo anno, con tutte le iniziative che saranno realizzate, anche grazie anche alla Regione Campania: mostre, incontri, concerti, musica ai Templi. Abbiamo già cominciato a lavorare sul bilancio e sono sicuro che si aggiungeranno anche altre iniziative. Un anno fa – ha aggiunto Zuchtriegel – non immaginavamo gli ottimi risultati ottenuti in un anno di gestione autonoma grazie alla Riforma del Ministro Franceschini. Abbiamo superato ogni aspettativa, grazie anche a tutti i soggetti che dal territorio sostengono il nostro lavoro di rilancio del Parco Archeologico, utilizzando tutte le nuove possibilità scaturite all’autonomia. Stiamo diventando sempre di più una grande comunità culturale”.
Il “treno della Magna Graecia” è il progetto di sinergia tra i quattro musei autonomi, che questa mattina è stato lanciato a Paestum dai Direttori Eva Degl’Innocenti (Taranto), Paolo Giulierini (Napoli), Carmelo Malacrino(Reggio Calabria), Gabriel Zuchtriegel (Paestum). Il tragitto sarà un triangolo che nascerà sulla tratta dell’intercity Napoli-Reggio Calabria, con l’aggiunta della fermata a Paestum e l’arrivo a Taranto, passando per le altre tappe come Mataponto o Siris. Il tutto con un biglietto promozionale, in collaborazione con Trenitalia. L’aumento dei visitatori in un anno e la sinergia con i privati (80mila euro ha ricevuto da donatori e sponsor il Museo di Paestum, mentre quello di Napoli presenta un calendario a dicembre in sinergia con Calcio Napoli) sono i fattori che legano il lavoro dei quattro musei autonomi del Sud, oltre alla necessità di fare programmazione (e il Museo di Paestum ha dato la prima risposta proprio con il calendario degli eventi), alla scadenza dell’incarico, alla possibilità di rinforzare il legame con i cittadini.
Sul valore del patrimonio per lo sviluppo economico e sociale del territorio si è soffermato anche il Sindaco di Capaccio Paestum Italo Voza che, nel rimarcare l’altissimo valore della Borsa, ha evidenziato come “oggi più che mai occorre investire nei servizi che abbiano come obiettivo quello di rilanciare il sistema dei beni culturali, un sistema che produce benessere e ricchezza economica. L’educazione al gusto e al bello rende le nostre città più vivibili”.
“Iniziativa come queste sono momenti di grande volano per gettare le basi affinché questo percorso di valorizzazione dei beni culturali e conseguentemente del turismo sia sempre alimentato”, ha dichiarato Giovanni Coscia, Consigliere delegato ai Beni culturali della Provincia di Salerno.
“È partita da Paestum, oggi, dalla XIX Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico e dalla riunione della Conferenza delle Regioni, la svolta per il turismo italiano. Possiamo dire che è nata la Carta di Paestum,  sinergia tra Cultura e Turismo”. Cosí l’Assessore al Turismo della Regione Campania, Corrado Matera, che ha evidenziato come “le tante presenze arrivate a Paestum dimostrano un rinnovato interesse per il brand Campania in Italia. Un pacchetto complessivo al quale stiamo lavorando su una doppia direttrice: da un lato lo snellimento organizzativo e dall’altro la creazione di un ‘sistema turistico regionale’. Abbiamo già pronto il Testo Unico del Turismo che regolamenterà l’intero settore e stiamo attuando un modello Campania basato sulla messa in rete delle varie realtà e sul superamento della logica localistica. Una svolta articolata a scala di Area Vasta”.
La BMTA è promossa dalla Regione Campania in collaborazione con la Città di Capaccio Paestum, la Provincia di Salerno, il Parco Archeologico di Paestum, la Scabec spa Società Campana per i Beni Culturali e ideata e organizzata dalla Leader srl con la direzione di Ugo Picarelli.

Link breve:

Scritto da su 27 Ottobre 2016. Archviato in Cronaca, Culture, Dalla provincia, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi