POSTA
Oggi è

Domani l’arcivescovo Moretti riceve i giornalisti del quotidiano La Città

Archviato in: In evidenza,Lavoro | Versione stampabile Versione stampabile

Domani mattina, alle ore 9, l’arcivescovo di Salerno Campagna Acerno, monsignor Luigi Moretti, riceverà i giornalisti del quotidiano “La Città” che, in seguito all’annuncio da parte dell’azienda di quattro licenziamenti, hanno indetto cinque giorni di sciopero e mobilitato l’opinione pubblica e le istituzioni. Dal comunicato diramato dagli stessi redattori del quotidiano si legge che l’arcivescovo “ha espresso viva preoccupazione per la situazione che il principale quotidiano locale, secondo in Campania, sta vivendo”. Intanto questa mattina a Palazzo di Città c’è stata una conferenza stampa alla quale hanno partecipato giornalisti, esponenti politici, sindacati, ma anche tanti cittadini.  “Dopo aver fatto tanti sacrifici e acconsentito a tutte le richieste dell’azienda – commenta Clemy De Maio del Cdr – non ci aspettavamo che l’azienda non si sedesse proprio al tavolo delle trattative. Siamo pronti a discutere, come sempre, ma se l’azienda andrà avanti con i licenziamenti, dovremmo per forza continuare con iniziative di protesta”.  Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, nel suo intervento ha sottolineato la centralità dell’informazione: “quest’organo di stampa è fondamentale per l’informazione e il dibattito democratico della città. L’ipotesi di licenziamenti sarebbe una cosa gravissima che non si può tollerare. All’interno delle rigide regole del mercato, si devono trovare soluzioni nell’interesse dei lavoratori e dell’informazione in generale”.

Il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli, ha rimarcato il ruolo dei giornalisti, oggi più che mai: “questa decisione arriva dopo anni di sacrifici, che hanno consentito all’azienda di risparmiare centinaia di migliaia di euro. L’Ordine dei Giornalisti è al fianco della categoria. Una testata giornalistica è sempre al servizio della comunità e quest’ultima, in questo momento, deve far sentire la propria voce”.  A sostenere il “no” ai licenziamenti anche Gerardo Ausiello, consigliere nazionale Fnsi: “Come sindacato, respingiamo categoricamente questa soluzione. Chiediamo all’azienda di ritirare immediatamente questo provvedimento. Solo allora ci potremo sedere al tavolo senza pregiudizi, cercando di trovare la soluzione migliore per un risparmio. La redazione è pronta a fare sacrifici ma questi sacrifici non devono colpire i lavoratori che danno il massimo per assicurare in edicola e sul web un prodotto di qualità. Appoggeremo qualsiasi iniziativa che vorrete mettere in campo”. Tantissime le testimonianze di solidarietà da parte dei presenti. “Esprimo – ha detto il presidente regionale dell’Unione Cattolica Stampa Italiana, Giuseppe Blasi – totale solidarietà ai colleghi. La Città è un quotidiano autorevole, uno straordinario esempio di ricchezza culturale e alte professionalità. Dobbiamo stare attenti affinché, in nome di difficoltà economiche, non si attui un pericoloso tentativo di mettere le mani sulla libertà di stampa”.

Link breve:

Scritto da su 4 Febbraio 2019. Archviato in In evidenza, Lavoro. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi