POSTA
Oggi è

Diamo radici alla speranza

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Un albero di melograno simbolo di san Giovanni di Dio, fondatore del moderno ospedale, è stato piantato stamattina grazie alla OPEN nel giardino interno al reparto di radioterapia pediatrica dell’Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona di Salerno in occasione della 17esima Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile istituita nel 2002 e indetta in Italia dalla FIAGOP – Federazione Italiana Associazioni Genitori Oncoematologia Pediatrica.“Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno” questo il tema nazionale a cura delle associazioni federate Fiagop.

“In ricordo di quanti non ce l’hanno fatta- ha detto nel suo intervento Vincenzo Napoli, sindaco di Salerno – ma anche come monito di fiducia e di futuro per tanti bambini che ancora stanno lottando contro la malattia”.

La struttura di Radioterapia Oncologica è stata la prima istituita in Regione Campania, al di fuori del capoluogo di Regione, esiste a Salerno dal 1983, unica pubblica in Provincia. È l’unica struttura in Regione Campania che pratica Radioterapia Pediatrica anche a bambini in tenera età; è funzionale alle esigenze degli abitanti della provincia di Salerno, di pazienti provenienti dalle altre province campane e dalle altre regioni meridionali.  OPEN Associazione oncologia pediatrica e neuroblastoma è una ONLUS nata per volere di genitori, medici e ricercatori da anni impegnati nella lotta contro i tumori che colpiscono i bambini. “Crediamo che dai tumori si possa guarire – spiegano i fondatori- e che sostenendo la ricerca scientifica si possano fare enormi passi avanti nello sviluppo di cure e terapie sempre più efficaci. Crediamo inoltre che l’aspetto psicologico abbia un peso determinante nel processo di cura e guarigione”.

Le attività della OPEN si incentrano sul sostegno dei centri di eccellenza per la ricerca, la cura, la diagnosi precoce e la prevenzione del neuroblastoma e dei tumori dell’età pediatrica e nel cooperare alla costituzione e alla gestione di day hospital oncologici pediatrici presso le strutture sanitarie periferiche che possono accoglierli. Acquistare medicinali e strumentazioni specifiche per migliorare il funzionamento delle strutture ospedaliere che abbiano reparti oncologici pediatrici. Inoltre la OPEN contribuisce a creare e sostenere Centri di Eccellenza con compiti di coordinamento clinico e scientifico e di assistenza di III° livello, ivi inclusa attività di trapianto di midollo osseo; favorire lo scambio di conoscenze a livello nazionale e internazionale sui protocolli terapeutici e la collaborazione tra i gruppi di ricerca esistenti. Fondamentale tra gli impegni della Open è bandire borse di studio per giovani ricercatori e per ricercatori avanzati che vogliano impegnarsi nella ricerca finalizzata alla cura del neuroblastoma e degli altri tumori dell’età pediatrica. Agevolare il reinserimento sociale di ragazzi adolescenti, che hanno combattuto battaglie pesantissime e che stentano a riappropriarsi della loro vita “normale” attraverso attività sociali e il progetto di ricerca SurPass.

Assistere i bambini malati e le loro famiglie durante e dopo il ricovero ospedaliero e curare la preparazione di volontari impegnati nell’assistenza ai pazienti sono fra le priorità, come organizzare forme di assistenza domiciliare e svolgere un’opera di informazione continua per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica, anche con l’ istituzione di corsi di educazione sanitaria nelle scuole di ogni ordine e grado.

Link breve:

Scritto da su 15 Febbraio 2019. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi