POSTA
Oggi è

Il presidente della Provincia di Salerno Michele Strianese è nel Comitato Direttivo Nazionale dell’UPI

Archviato in: In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, è stato nominato componente del Comitato Direttivo Nazionale dell’Unione Province d’Italia, direttamente dal Presidente Nazionale dell’UPI, Michele De Pascale (Presidente della Provincia di Ravenna).

“Ho ricevuto la nomina proprio oggi – dichiara il presidente  Strianese – e ringrazio innanzitutto il presidente dell’Unione Province d’Italia, Michele De Pascale, per la stima e la fiducia nei miei confronti. Parteciperò quindi con piacere all’insediamento del Comitato Direttivo Nazionale che si terrà il prossimo giovedì 7 marzo, a Roma, presso la Sala della Presidenza dell’UPI. Ci aspettano momenti di lavoro intenso, il Direttivo, infatti, insieme al Presidente, si attiverà per risolvere l’emergenza finanziaria delle Province, dialogando con il Governo sia nella Conferenza Nazionale Stato/Regioni che nella Conferenza unificata. Dobbiamo trovare le risorse per assicurare i servizi, per garantire la sicurezza nelle scuole e sulle strade. È necessario provvedere alla manutenzione dei 130 mila chilometri di rete viaria, quindi, su questi temi, continueremo a chiedere risposte concrete al Governo. In merito alla questione istituzionale, poi, chiediamo che la legge Delrio venga rivista al più presto, è evidente che il sistema di elezione di secondo grado non funziona e la legge del 2014 ha solo prodotto caos e sovrapposizioni di competenze. Lavoreremo partendo dalla nostra Costituzione con l’obiettivo di garantire ai cittadini servizi essenziali efficienti e senza spreco di risorse, in sinergia con le Regioni”.

Link breve:

Scritto da su 1 Marzo 2019. Archviato in In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi