POSTA
Oggi è

Io vado al museo

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

I sette musei e siti autonomi della Campania sono pronti alla rivoluzione degli orari voluta dal ministro Alberto Bonisoli. Il decreto entrato in vigore ha cancellato l’obbligo della gratuità tutte le prime domeniche dell’anno e portato a venti le giornate di ingresso libero, affidando ai direttori la scelta di otto date. Le altre dodici sono uguali in tutta Italia e cioé le prime sei domeniche da ottobre a marzo più  sei giorni di seguito che cambieranno di anno in anno e che per il 2019 è stata fissata dal 5 al 10 marzo.
“Io vado al museo” le indicazioni sono state tradotte in scelte diversificate nei monumenti di Napoli e del resto della regione. Il museo di Capodimonte ha deciso di mantenere le prime domeniche del mese anche tra aprile e settembre: il museo aggiunge le domeniche 14 e 21 luglio per la manifestazione “Luglio musicale”. Al Museo archeologico nazionale di Napoli : ingresso gratuito per la festa di primavera il 21 marzo, poi le domeniche di maggio del 12, 19 e 26 tre domeniche di agosto ( 11, 18 e 25) e la festa di San Gennaro il 19 settembre. Il Parco archeologico e museo di Paestum : da marzo apre senza biglietto scavi e museo di Paestum tutti i giovedì dell’anno 2019 dalle ore 18 alle 19,30. Due giornate intere a ingresso libero il 15 giugno, festa di San Vito e patrono di Capaccio Paestum, e il 3 dicembre, Giornata internazionale della disabilità. A Ercolano cancelli aperti dalle ore 14 nelle domeniche di luglio (il 14, 21 e 28) e agosto (l’11, il 18 e il 25), mentre il Ferragosto ( 15) ingresso gratis tutta la giornata. E poi si punta sul mercoledì pomeriggio, a partire dalle ore 13: qui i cancelli saranno aperti a marzo (il 13, 20 e 27), a ottobre (30) e a novembre (il 6, 13, 20 e 27). Per Pompei, le 8 giornate gratuite per il 2019 saranno il 30 marzo, data di inizio degli scavi ufficiali nel 1748, il 25 Aprile, Festa della Liberazione, l’8 maggio, festa della Madonna  di Pompei, e l’8 giugno, data di nascita dell’archeologo Giuseppe Fiorelli. Poi anche il 24 ottobre, data dell’eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo, il 24 dicembre e 26 dicembre e il 31 dicembre, vigilia di Capodanno. La Reggia di Caserta sarà fruibile a ingresso gratuito venerdì 22 marzo, sabato 18 maggio, venerdì 21 giugno, venerdì 26 luglio e sabato 10 agosto. Nessuna data a settembre, poi – oltre alle prime domeniche di ottobre, novembre e dicembre – tre altre giornate a ingresso libero: domenica 13 ottobre, sabato 23 novembre e giovedì 5 dicembre.  I siti del Parco archeologico dei Campi Flegrei, da Pozzuoli a Baia e Cuma invece, restano aperti, oltre alle date canoniche valide in tutta Italia, in otto giornate fortemente caratterizzate dal calendario religioso: gli inizi di primavera ed estate (21 marzo e 21 giugno), la festa di Sant’Anna (26 luglio), il Ferragosto, la festa di San Gennaro (19 settembre), quella di San Procolo (16 novembre), l’Immacolata (8 dicembre) e Santo Stefano (26 dicembre)

Link breve:

Scritto da su 8 Marzo 2019. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi