POSTA
Oggi è

Leonardo (Menichini)… pensaci tu. Bagarre in zona rossa per gli ultimi 90′: vince anche il Foggia nel posticipo

Archviato in: Calcio,In evidenza,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Leonardo (Menichini)… pensaci tu o più semplicemente: non c’è due senza tre. Potremmo sintetizzare così il ritorno in panchina del tecnico toscano: primo allenamento previsto per domani nel ritiro di Roma. Patata bollente per l’ex calciatore di Roma ed Ascoli, dopo l’esonero di Gregucci e con una Salernitana, a novanta giri di lancette dal termine della cadetteria, in piena lotta sopravvivenza. Patron Lotito, escludendo praticamente il diesse Fabiani, ha scelto in queste ultime ore il “traghettatore” della compagine granata. Traghettatore, sì, perchè solo in caso di salvezza prenderà corpo il rinnovo. Il contratto attuale scadrà il prossimo 30 giugno. A Menichini, autore della promozione in B del 2015 e della successiva permanenza attraverso i play-out (da subentrato), il compito di provvedere all’ardua impresa nella proibitiva trasferta di Pescara. Gli abruzzesi, ricordiamolo, sono in piena lotta per centrare gli spareggi promozione. La Salernitana (due vittorie nelle ultime undici giornate) con un successo eviterebbe qualsiasi tipo di problema. In caso di pareggio o sconfitta, invece, sarà necessario tendere l’orecchio verso Carpi e Padova (già retrocesse) dove saranno impegnate le dirette concorrenti Venezia e Livorno. Il Foggia, nel posticipo della 35esima giornata, ha battuto il Perugia con un rigore siglato da Greco. La classifica attuale, nella zona rossa, recita: Salernitana e Livorno 38, Foggia 37 (da verificare la possibilità della restituzione di due dei sei punti di penalizzazione) e Venezia (attualmente in C) 35. I pugliesi, sabato prossimo, se la vedranno con il Verona. La truppa di Aglietti cerca il pass per i play-off.

Link breve:

Scritto da su 6 Maggio 2019. Archviato in Calcio, In evidenza, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi