POSTA
Oggi è

Edilizia scolastica: il presidente della Provincia di Salerno presenta l’attuale quadro degli interventi

Archviato in: Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Venerdì, 24 maggio 2019, alle ore 11,00 presso la Sala Giunta di Palazzo Sant’Agostino, il Presidente della Provincia di Salerno, Michele Strianese, presenterà l’attuale quadro complessivo degli interventi previsti per la messa in sicurezza, per l’adeguamento alla normativa sismica, per il miglioramento strutturale e impiantistico degli edifici scolastici di competenza provinciale. Insieme al presidente Strianese saranno presenti il consigliere provinciale delegato all’Edilizia Scolastica, Antonio Sagarese, e il dirigente del Settore Patrimonio ed Edilizia Scolastica, Angelo Michele Lizio.

“Dopo la presentazione alla stampa – dichiara il Presidente della Provincia, Michele Strianese – del programma straordinario dei lavori di messa in sicurezza delle strade provinciali, ora vogliamo fare il punto sull’edilizia scolastica, che è una delle deleghe importanti che la Legge Delrio ha voluto conservare in capo alle Province senza l’adeguata copertura economica. Abbiamo 138 plessi scolastici e circa 60.000 studenti e voglio sottolineare che la gestione quotidiana di questa nostra competenza è particolarmente delicata. Non parliamo infatti solo di diritto allo studio da tutelare, e quindi di manutenzione ordinaria o straordinaria, ma di diritto alla sicurezza, quindi di messa in sicurezza, di adeguamento alle norme sismiche di edifici scolastici frequentati dai nostri ragazzi. Quindi la tutela del diritto allo studio e del diritto alla sicurezza per i nostri giovani sono attività prioritarie per l’ente che rappresento, ma senza il sostegno della Regione Campania, in particolare del suo presidente Vincenzo De Luca, che ha riservato particolare attenzione al nostro territorio, non avremmo potuto garantire l’adeguamento normativo degli immobili scolastici”.

Link breve:

Scritto da su 20 Maggio 2019. Archviato in Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi