POSTA
Oggi è

4000 persone attese per l’Ordinazione Episcopale di mons. Andrea Bellandi

Archviato in: In evidenza,Mondo cattolico | Versione stampabile Versione stampabile

Sarà un cordone umano composto da quaranta giovani volontari ad accompagnare sabato 6 luglio mons. Andrea Bellandi, arcivescovo eletto di Salerno, da piazza Amendola- dove incontrerà le autorità civili alle ore 17.00- alla chiesa di sant’Agostino, dove effettuerà una breve sosta e poi al duomo di Salerno dove sarà ordinato vescovo per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di S. Em. il Card. Giuseppe Betori, Arcivescovo metropolita di Firenze unitamente a S. Em. il Card. Crescenzio Saepe, Arcivescovo metropolita di Napoli e presidente della Conferenza Episcopale Campana e da S.E. Mons. Filippo Santoro, Arcivescovo metropolita di Taranto. Il centoquindicesimo arcivescovo dell’Arcidiocesi di Salerno-Campagna-Acerno sarà il primo a essere ordinato nella cattedrale di Salerno durante la concelebrazione eucaristica di duecentoottantadue sacerdoti. Tanti i segni che accompagneranno l’ordinazione: l’unzione con il sacro Crisma, la consegna dell’anello, l’imposizione della mitria, della croce e del pastorale. La concelebrazione sarà animata dal Coro della Diocesi di Salerno e dal Coro del Liceo Alfano I di Salerno.

Il duomo è stato idealmente diviso in tredici settori di cui quello caratterizzato dal colore rosso sarà liberamente fruibile dal popolo di Dio il tutto all’insegna della massima sicurezza così come predisposto dal Comitato Logistica di cui è referente don Antonio Quaranta. Cinque le ambulanze a disposizione e cento volontari di cui undici saranno della Protezione Civile.

L’atrio del duomo  potrà contenere massimo seicento persone che potranno seguire la concelebrazione attraverso un maxi schermo in quanto in cattedrale si potrà entrare dalle 16.00 fino a esaurimento posti.

Un altro maxi schermo sarà fruibile nel tempio di Pomona.

Mons. Andrea Bellandi è nato il 22 ottobre 1960 a Firenze, nell’omonima provincia e arcidiocesi. Nel 1979 è entrato nel Seminario Arcivescovile di Firenze per gli studi in preparazione al presbiterato. Come alunno del Pontificio Seminario Lombardo di Roma ha conseguito la Laurea in Teologia presso la Pontificia Università Gregoriana. È stato ordinato sacerdote il 4 aprile 1985 per l’arcidiocesi di Firenze. Dal 1987 è Docente Ordinario di Teologia Fondamentale presso lo Studio Teologico Fiorentino, divenuto nel 1997 Facoltà Teologica dell’Italia Centrale, della quale è stato Preside dal 2003 al 2009. Dal 1990 al 1997 è stato Cappellano delle “Suore Montalve alla Quiete”. Dal 1990 è Assistente spirituale degli studenti universitari. Dal 1996 è Parroco della parrocchia di San Giovannino dei Cavalieri a Firenze; dal 2010 è Canonico della Metropolitana di Firenze e Delegato arcivescovile per la Formazione del clero. Dal 2014 è Vicario Generale di Firenze e Rettore della Chiesa di San Giovannino dei Cavalieri. Dal 2015 è Vicepresidente della Scuola Fiorentina per l’educazione, il dialogo internazionale e interculturale. È Membro del Consiglio Presbiterale, del Consiglio Pastorale Diocesano e della Consulta Diocesana delle Comunicazioni Sociali. È stato per alcuni anni Responsabile Regionale e Membro del Consiglio Nazionale del Movimento di Comunione e Liberazione  ed è  autore di diverse pubblicazioni.

Il 14 settembre proprio nella cattedrale di Salerno sarà imposto il Pallio all’Arcivescovo Bellandi , durante la Solenne Concelebrazione nella Festa dell’Esaltazione della Santa Croce, per le mani del Nunzio Apostolico S. E. Mons. Emil Paul TSCHERRIG nominato da papa Francesco il 12 settembre 2017. Il pallio è simbolo di un legame speciale con il Papa ed esprime  la potestà che l’Arcivescovo Metropolita acquista di diritto nella propria giurisdizione, in comunione con la Chiesa di Roma.

Link breve:

Scritto da su 3 Luglio 2019. Archviato in In evidenza, Mondo cattolico. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi