POSTA
Oggi è

Oggi l’Arcivescovo ha benedetto i detenuti di Fuorni

Archviato in: In evidenza,Mondo cattolico | Versione stampabile Versione stampabile

“Coraggio perché siete preziosi agli occhi di Dio anche se ve ne sentite indegni, non perdetevi d’animo”. E’ stata un’omelia improntata sul perdono di Dio e sul coraggio quella pronunciata stamane dal nostro Arcivescovo Primate, S.E. mons. Andrea Bellandi, durante la santa Messa celebrata  nella cappella della Casa Circondariale di Fuorni dov’è stata portata – come di consuetudine in vista della solennità- la preziosa reliquia del braccio di San Matteo, apostolo ed evangelista, patrono della città e compatrono della Diocesi di Salerno-Campagna-Acerno insieme a san Donato e sant’Antonino. La santa Messa è stata concelebrata da don Rosario Petrone, Cappellano d’Istituto, don Vincenzo Di Marino, don Alessandro Cirillo e don Silvio Telonico, diacono permanente. Il nostro Arcivescovo Primate ha consegnato a tutti il santo Rosario, il libricino delle preghiere e il messaggio del Santo Padre. I detenuti hanno ricambiato donando all’Arcivescovo un quadro realizzato nel laboratorio di ceramica raffigurante la Madonna. Il braccio del Santo è stato poi portato a benedire le varie sezioni della Casa Circondariale di Fuorni.  “Coraggio, questa parola deriva dal cuore, coraggio perché siete nel cuore di Dio…non lasciatevi mai imprigionare nella cella buia di un cuore senza speranza-aveva detto papa Francesco sabato 14 settembre rivolto alla Polizia penitenziaria nel suo discorso in piazza san Pietro.

Link breve:

Scritto da su 19 Settembre 2019. Archviato in In evidenza, Mondo cattolico. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi