POSTA
Oggi è

Salernitana… annullata

Archviato in: Calcio,In evidenza,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Salernitana, annullato il successo: 1 a 1 con l’Ascoli. Posizione di fuorigioco inesistente sul raddoppio di Gondo e pochi minuti più tardi Scamacca risponde al vantaggio granata realizzato nel primo tempo da Lombardi. LA PARTITA. Sette giri di lancette e l’undici di casa si propone nell’area avversaria. Angolo battuto di Kiyine, il pacchetto arretrato marchigiano è in versione bella addormentata ma il destro di Lombardi non incide. Ancora l’ex Lazio in avanti, conclusione da ottima posizione e deviazione sul fondo di Leali. Dell’Ascoli, oggi in maglia gialla, ancora nessuna traccia. Il numero venticinque, con i compagni di reparto in affanno, decide nuovamente di mettersi in proprio. Mancino chirurgico e palla nel sacco. Vantaggio dei campani al minuto ventiquattro. Arriva, sessanta secondi dopo, anche il momento dell’Ascoli. Tiro a botta sicuro di Scamacca, intervento super di Micai. Lombardi è un treno sulla corsia di destra. Il raddoppio non si concretizza per questione di centimetri. Nel finale ci riprova, timidamente, la truppa di Zanetti. Esterno della rete di Da Cruz al termine di una interessante giocata di Chajia. Ripresa al via, “orrore” di Karo ed il marocchino esalta i riflessi dell’ex numero del Bari. Il cipriota prova a riscattarsi a distanza di pochi giri di lancette. A centimetri dalla linea bianca di porta, però, non trova il tocco vincente. Il tecnico marchigiano dedice di gettare nella mischia di Ardemagni: bordata di fischio per il bomber con un passato all’Avellino. La Salernitana si risveglia al 55′. Jallow, dal limite, manda alto. Attimi di panico per la difesa locale. Micai e Billong evitano brutte sorprese. Al minuto cinquantotto due a zero per i padroni di casa. Destro di Lopez, Leali non trattiene e Gondo chiude i conti. Bandiera alzata (erroneamente), si riparte. Ancora un brivido per i tifosi campani. Testa di Scamacca, libero di agore in area di rigore, con Ardemagni ad un passo dal pareggio. Prova e riprova, l’under 21 (63′) incorna e gonfia la rete. La compagine di Ventura è alle corde. Urge qualche novità sul manto erboso. Ecco Djuric, fuori il gambiano. Il copione non cambia. E’ Cavion, a quindici giri di lancette dallo scadere, a tentare di ribaltare il punteggio. Fucilata praticamente dal dischetto del rigore, super Micai. Sei di recupero. Scocca l’ora di Petrucci, il pipelet campano dice ancora no. A venti secondi dal gong è il destro dell’ex Cesena a far gridare al gol. Leali ci mette i guantoni. Fischi per tutti.

Link breve:

Scritto da su 1 Dicembre 2019. Archviato in Calcio, In evidenza, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi