POSTA
Oggi è

Il Coro Casella in Concerto per il Santo Natale

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

L’Associazione Culturale Coro Casella di cui è direttrice Caterina Squillace e presidente Rossana Graziano ha organizzato un Concerto con brani natalizi della tradizione e non che sarà eseguito stasera 7 dicembre 2019 alle ore 19.30 presso la chiesa di sant’Anna al porto a Salerno.

Il concerto si aprirà con Mariam Matrem Virginem  di M. Mc Glynn e si concluderà con Gaudete dello stesso autore creando con ben tredici brani quella magica atmosfera che solo la musica sa offrire. L’ evento a ingresso gratuito vuol essere anche un invito a partecipare alle audizioni per entrare a far parte della formazione corale che ha ottenuto da trent’anni consensi e successi. Il suo impegno nella divulgazione e diffusione della musica polifonica ha visto la promozione e partecipazione del Coro a stages con i Maestri Bruno Zagni, Mariano Patti, Lorenzo Donati, Marco Berrini, Xavier Busto, Stojan Kuret e Fabrizio Barchi.

Nato a Salerno nel 1984 dall’incontro di giovani animati da sincera passione per il canto e dal desiderio di fare musica insieme ha svolto nel tempo una notevole attività artistica. Dal 1994 ha organizzato con cadenza biennale la Rassegna Internazionale di Cori Polifonici “Cantare Amantis Est”. Nell’anno 2000 ha ottenuto il primo posto nella Sezione Cori alla IV Rassegna per Giovani Musicisti tenutasi a Lamezia Terme (CZ); primo posto al VII Concorso Nazionale “P. Settimio Zimarino” tenutosi a Vasto(CH). Nel 2001 si è classificato al Quarto posto, conseguendo il secondo punteggio, al XVIII Concorso Nazionale “Guido d’Arezzo”. Nel 2002-Terzo posto (primo non assegnato) al I Festival di Napoli per cori polifonici “Voci nel Sole”. Nel 2003-Primo posto al IV Concorso Nazionale di Musica Corale di Porto Empedocle (AG) e primo posto per la migliore esecuzione del brano d’obbligo e per migliore direttore.

Nel 2005-Medaglia d’oro alla XIX edizione del Concorso Internazionale di Canto Corale “Praga Cantat” (Praga, 30 ottobre 2005). Nel 2007 si è classificato al primo posto, nella categoria Cori Polifonici, al V Concorso Nazionale “Musicantando” tenutosi a Vallo della Lucania (Sa).

Nel 2000 si è esibito a Napoli all’interno della stagione concertistica del Centro di Musica Antica “Cappella della Pietà de’ Turchini”.

Nel 2002-Promuove l’organizzazione e partecipa con l’ensemble di Musica Medievale “Antica Consonanza” all’esecuzione a Salerno dello spettacolo “Altissima Luce”, sacra rappresentazione della vita di Gesù sulle intonazioni del Laudario di Cortona. Nel 2005 partecipa alla “Ad Missam e concerto spirituale La Pastorale per la Novena del Signore” eseguita dalla Cappella Musicale Teatina (Napoli, dicembre 2005).

Nel 2006 ha collaborato con la “Nuova Orchestra Scarlatti” di Napoli per la manifestazione “TuttinCoro” presso l’Auditorium della Rai di Napoli (evento trasmesso in diretta da Radio 3 e in differita da Rai Tre) Nel 2007 viene selezionato come coro laboratorio per il corso di direzione corale al Conservatorio di Musica di Salerno. Nel 2008 ha organizzato il secondo appuntamento della Rassegna “In coro per Rocco Cutro” ad Anzi (PZ) e tenuto il concerto “Ardo, sospiro e … canto” nella Chiesa del SS. Crocifisso a Salerno. Nel 2009 si è classificato al primo posto alla prima edizione del concorso “Coramor” a Roma.

Prestigiosi sono i premi ottenuti negli ultimi anni Secondo classificato al secondo Concorso Internazionale di canto Corale “Armonia di voci” svoltosi a Pienza in provincia di Siena nel 2010. Terzo classificato al VII Concorso nazionale “Gastone Tosato ad Anguillara Sabazia nel 2011. Terzo classificato al quarto Concorso Corale Internazionale “Antonio Guanti” svoltosi a Matera nel 2014. Medaglia d’argento Categoria Voci miste al IX  Concorso Corale Internazionale “Città di Rimini” svoltosi nel 2015. Gemellato con la città di Rouen in Normandia è fiore all’occhiello della Polifonia nel mondo.

“Un coro è cosa assai preziosa quando nasce- ha spiegato Caterina Casella- ancor più rara se cresce negli anni, con radici forti che affondano nel fertile terreno della professionalità e rami protesi verso la luce dell’entusiasmo.

Direttore e cantori respirano all’unisono, condividendo delusioni e affanni, gioie e trionfi, attingendo insieme all’inesauribile fonte della musica polifonica”.

Link breve:

Scritto da su 6 Dicembre 2019. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi