POSTA
Oggi è

Salernitana senza il botto

Archviato in: Calcio,In evidenza,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Salernitana senza il botto, 2 a 1 Spezia. Il 2019 della formazione granata si conclude con il settimo ko in campionato. Decidono l’ex Ragusa e Gyasi, accorcia Jallow e Lombardi colpisce il palo al 94’. LA PARTITA. Cinque giri di lancette ed i padroni di casa bucano il pacchetto arretrato avversario. E’ l’ex Ragusa (che non esulta) a sfruttare l’assistenza di Maggiore con un chirurgico destro al volo. L’undici di Ventura non reagisce ed i liguri sfiorano il raddoppio in due circostanze. La prima vede protagonista Gyasi, torsione aerea a pochi centimetri dalla linea bianca di porta e super intervento, con il volto, di Micai. La seconda passa attraverso il piede educato del numero venticinque, sfera di poco sul fondo. Pochi minuti al trentesimo e granata ancora alla ricerca della prima sortita offensiva. L’unico sussulto è di Gondo al 29’. L’ex Primavera della Fiorentina, estromettendo non proprio con le buone il direttore marcatore Capradossi, si fa ipnotizzare da Scuffet. Iniziano a premere i campani. Sponda di Djuric e tiro a botta sicura di Cicerelli, palla di un soffio fuori. Sul finire del tempo, invece, è un calcio piazzato dell’ex Paganese a far gridare al gol del pareggio. Al via la ripresa. Salernitana in avanti? No, è lo Spezia a ripartire con la grinta giusta. Mastinu pennella per Ragusa, l’attaccante siciliano non arriva all’appuntamento con il raddoppio davvero per questione di millimetri. Non riesce a far meglio l’accoppiata Maggiore-Mastinu al 55’. I granata tornano a fare sul serio al sessantesimo. Lombardi lotta come un leone e Kiyine, tra una finta e l’altra, non inquadra lo specchio della porta da ottima posizione. Risponde Gyasi, sinistro fuori misura. Ventura cambia. Scocca l’ora di Jallow, fuori Cicerelli. Battute conclusive, campani pronti al forcing. Accade, però, il contrario. Sono gli aquilotti a pedalare. Ed in una ripartenza, ben congeniata dalla mediana ligure, Gyasi non perdona Micai. Raddoppia e partita chiusa? Nemmeno per idea. Palla al centro, assist di Djuric e Jallow (84’) accorcia le distanze con un tocco facile facile. Cinque di recupero. Al 94’ rasoiata di Lombardi, i guantoni di Scuffet spediscono la sfera sul palo. Triplice fischio di chiusura.

Link breve:

Scritto da su 30 Dicembre 2019. Archviato in Calcio, In evidenza, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi