POSTA
Oggi è

Lavoro agricolo in provincia di Salerno, summit tra prefetto e organizzazioni sindacali

Archviato in: Cronaca,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

“I voucher auspicati dalle associazioni datoriali ci appaiono una richiesta condita di ideologismo. Non serve, concentriamoci sulle cose serie,il lavoro agricolo da assicurare con trasporti adeguati e con dispositivi di sicurezza.”

Queste le parole emerse durante l’incontro promosso dal Prefetto di Salerno con le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali di settore.
Il sindacato ha evidenziato i problemi che rischiano di bloccare le produzioni agricole, per effetto dell’impossibilità dei braccianti a raggiungere, specie gli immigrati, i luoghi di lavoro con mezzi propri, come pure la necessità di assicurare  dispositivi di sicurezza e di distanziamento specie nelle serre.
Il Prefetto ha chiesto alle parti di studiare un piano di linee assicurate dalle aziende sulle tratte principali, così da fare poi verifiche con la Regione per la predisposizione di linee pubbliche.
Per quanto concerne la sicurezza viene richiamato anche per estensione sul mondo agricolo il Decreto della Presidente del Consiglio dei ministri del 14 marzo 2020.
Le associazioni datoriali, paventando il rischio di mancanza di manodopera, hanno anticipato al Prefetto la richiesta di ristabilire i voucher.
Il sindacato, al contrario, ha anticipato la sua ferma contrarietà, specie in una provincia che non sta manifestando carenza di braccianti.
Per Gerardo Ceres, segretario generale della Cisl Salerno, “questo è il tempo della concretezza, come ci viene responsabilmente richiesto dal Prefetto. Questa dei voucher, visto che non siamo in Veneto o nel nord-est, ci appare una richiesta condita di ideologismo, non serve, concentriamoci sulle cose serie”.

Link breve:

Scritto da su 7 Aprile 2020. Archviato in Cronaca, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi