POSTA
Oggi è

Nuove disposizioni di Legge in regione Campania

Archviato in: In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

Dal 3 al 17 maggio saranno in atto nuove disposizioni di legge che proviamo a delineare insieme.

In primis permane il divieto di spostamento fra Regioni diverse tranne che per ragioni di salute,

di lavoro e di somma urgenza. Il divieto di spostamento tra Regioni può essere disatteso solo per far rientro alla propria residenza a domicilio o lavoro di somma urgenza.

E’ vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico mentre

si può riprendere a frequentare parchi e giardini pubblici, effettuare attività sportiva individuale anche lontano dalle proprie abitazioni.

E’ vietata l’organizzazione di feste pubbliche e private, anche in abitazioni private.

E’ possibile spostarsi  all‘interno della Regione in cui ci si trova solo per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e motivi di salute. Ci si può spostare all’esterno della Regione dove si vive solo per esigenze lavorative di somma urgenza oppure motivi di salute.

Per quanto riguarda la visita ai propri congiunti, genitori, nonni, figli, nipoti, coniuge, fratelli, sorelle, parenti del coniuge o zii è consentita solo all’ interno della Regione di residenza e purché venga rispettato il divieto di assembramento, il distanziamento di almeno un metro, sempre con protezioni delle vie respiratorie.

Dal 4 maggio 2020 vige in Regione Campania l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi accessibili al pubblico e nei mezzi di trasporto pubblico e in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire il mantenimento della distanza di sicurezza che ricordiamo è di un metro fra le persone e di due metri per lo sport. Non sono soggetti all’obbligo i bambini con meno di sei anni,

le persone disabili e quanti interagiscono con loro.

In caso di un valido motivo per uscire è possibile utilizzare i mezzi di trasporto pubblico o privato o effettuare spostamenti a piedi o in bicicletta mentre per chi si sposta dalla propria abitazione senza un valido motivo nonché per gli esercenti attività commerciale è prevista l’irrogazione di una sanzione amministrativa dai 400 ai 3000 euro.

Link breve:

Scritto da su 2 Maggio 2020. Archviato in In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi