POSTA
Oggi è

Il nuovo PUC a Castel San Giorgio

Archviato in: Dalla provincia,In evidenza | Versione stampabile Versione stampabile

“E’ stata mia ferma convinzione di dover aggiornare e integrare il vecchio Piano Regolatore Generale, risalente a quarantuno anni fa, ormai non più rispettoso delle attuali esigenze di coordinamento del territorio- ha scritto in una lettera aperta ai cittadini Paola Lanzara, sindaco di Castel San Giorgio.

E’ stato un lavoro complesso- ha spiegato – partito da uno straordinario fermento di iniziative che ha dato vita all’esperienza denominata “Laboratorio di idee” di via Tenente Bruno Lombardi.

“L’Amministrazione da me guidata ha così cominciato a lavorare alla redazione del Piano Urbanistico Comunale nella speranza di riuscire a raggiungere l’atteso obiettivo, anche alla luce della Legge Regionale numero 19 del 22 giugno 2017, quella per intenderci che colpisce i Comuni che non adottano il Puc e non lo approvano (prevedendo in caso di inadempienze anche il commissariamento)- prosegue Lanzara-Abbiamo operato avendo come obiettivi il recupero del patrimonio esistente, il potenziamento degli edifici scolastici, i parcheggi, il verde e gli spazi ad uso pubblico per il gioco e lo sport, il tutto con un consumo di suolo ridotto al minimo.

Abbiamo previsto che gli alloggi di edilizia residenziale sociale fossero pari al 30% del totale edificabile, percentualmente superiore a quella imposta dalla legge, in quanto questa Amministrazione ha voluto favorire le fasce più deboli della cittadinanza, quali le giovani coppie o le famiglie con minori possibilità economiche.

Il Comune di Castel San Giorgio si è finalmente dotato di una nuova regolamentazione del territorio in cui l’aspetto green e la sostenibilità ambientale sono stati tenuti in grande attenzione anche nell’ottica di mitigare le criticità del dissesto idrogeologico.

Sento  il dovere di ringraziare gli assessori, i consiglieri comunali, l’ufficio di piano, l’ufficio tecnico e i dipendenti comunali che con abnegazione hanno fatto la propria parte, certa che il nuovo strumento urbanistico consentirà a questa cittadina di rinascere”.

Link breve:

Scritto da su 21 Maggio 2020. Archviato in Dalla provincia, In evidenza. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi