POSTA
Oggi è

Saldi al via lunedì 11 e spese minime per le famiglie

Archviato in: Cronaca,Dalla provincia,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

La Regione Campania ha firmato il 5 gennaio il decreto dirigenziale che stabilisce, ascoltate le associazioni di categoria, le date dei saldi invernali a partire dalla data di lunedì 11 gennaio 2021. Il termine è fissato sessanta giorno dopo, precisamente l’11 marzo. La partenza in ritardo rispetto agli anni passati è dovuta alle restrizioni Covid. Si è conclusa, così, un lungo tira e molla. Alla fine dello scorso mese si era ipotizzato infatti, come accaduto anche per altre regioni, l’inizio dei saldi proprio il giorno 5 gennaio. Da palazzo Santa Lucia, però, il messaggio era stato sin troppo chiaro: “Non c’è ancora la data di inizio dei saldi”. Poi spazio all’idea del posticipare il tutto al mese di febbraio, così come accaduto per la Provincia autonoma di Bolzano. Confcommercio, ovviamente ha già lanciato l’allarme. I saldi del 2021, non porteranno gli esercenti a prendere subito “una boccata d’aria”, dopo i vari mini-lockdown. Le famiglie italiane andranno al risparmio, e pur potendo pagare una percentuale in meno, non correranno ad acquistare vestiti, elettrodomestici ed altri oggetti di piacere e lusso. Anzi, la spesa rispetto all’anno scorso sarà vertiginosamente meno alta. Secondo l’Ufficio Studi Confcommercio, quest’anno le promozioni, muoveranno comunque molto di meno l’economia, proprio a causa dei tanti problemi non solo economici, ma anche legati ai “colori” delle Regioni stesse. Infatti, se il cittadino è impossibilitato a recarsi nel negozio, ci si chiede come potrà disporre dei saldi. Nel 2020, questo periodo, mosse nel Paese, 5 miliardi di euro, mentre quest’anno le stime, dicono che se ne sposteranno nelle casse dei negozi, soltanto 4. Un miliardo in meno dal 2020 al 2021. Gli acquisti in saldo interesseranno oltre 15 milioni di famiglie e ogni persona spenderà circa 110 euro. 

Link breve:

Scritto da su 7 Gennaio 2021. Archviato in Cronaca, Dalla provincia, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi