POSTA
Oggi è

Altro che pendente,la Salernitana regge: 2-2 a Pisa

Archviato in: Calcio,In evidenza,Notizie,Sport | Versione stampabile Versione stampabile

Salernitana mai doma, 2-2 in rimonta a Pisa. Granata sotto di due reti nella ripresa. Nel finale rimediano Tutino e l’argentino LA PARTITA. Piatto di Marconi e mira da registrare. Sono trascorsi quattro giri di lancette ed i padroni di casa provano già a metter pressione ali avversari. Risponde, si fa per dire, con una conclusione da dimenticare l’ex Trapani Coulibaly. Manovra avvolgente della formazione granata. Controllo e destro al volo di Tutino, in area di rigore, che non trova impreparato Gori. Minuto diciannove, tornano in avanti i toscani. Leggerezza di Gondo e tiro di prima intenzione affidato allo specialista Gucher: Belec respinge. Sul finire del tempo, dopo un lungo tira e molla nella zona nevralgica del campo, sterile il tentativo di Kiyine. Ripartenza dell’undici campano affidata a Casasola, diagonale del centravanti partenopeo fuori misura. L’ultimo tentativo è targato neroazzurro. Mazzitelli, praticamente dal dischetto del rigore, manda direttamente in curva. Si riparte. Brivido per l’estremo difensore della Salernitana. Stoccata di Birindelli: il tocco risolutivo di Belec e la traverso evitano il vantaggio dei ragazzi di D’Angelo. La pressione dei toscani non diminuisce. Angolo e stacco aereo decisivo di Mazzitelli. Uno a zero Pisa (53’). Castori cambia immediatamente. Dentro Djuric e Capezzi, fuori Gondo e Kiyine. Il raddoppio sembra cosa fatta poco dopo e proprio su errore dell’ex Sampdoria. Retropassaggio calibrato male per Aya, Marconi è ipnotizzato dal numero uno campano. Nuova sostituzione in casa granata. Entra Cicerelli. Ma il copione non cambia. Palombi assiste, pacchetto arretrato avversario in affanno, e il destro al volo di Marconi gonfia la rete per il raddoppio. Al 76’, però, Beghetto la combina grossa. Ripiegamento difensivo superficiale, Tutino prende palla e Gori deve arrendersi per l’uno a due. Il bomber neroazzurro non demorde. Sinistro a fil di palo. Ultimi quattro giri di lancette. L’ex Foggia sfiora il pareggio dalla lunga distanza. Tutino e compagnia non gettano la spugna. Belec rinvia, Djuric spizzica di testa e nel cuore dell’area di rigore (tra un rigore cercato ed un rimpallo) Casasola fulmina il portiere toscano. A pochissimi secondi dal triplice fischio di chiusura è 2 a 2.

Link breve:

Scritto da su 10 Febbraio 2021. Archviato in Calcio, In evidenza, Notizie, Sport. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi