POSTA
Oggi è

Consulta comunale della sanità, martedì incontro con il sindaco Napoli

Archviato in: Cronaca,Dalla provincia,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Il sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, riceverà una delegazione del Coordinamento Provinciale per la
Salute martedì 16 marzo, alle ore 11. È questo l’ottimo risultato del presidio convocato ieri mattina
sotto i portici del Comune.
Oltre 50 persone, nonostante la zona rossa, hanno partecipato alla mobilitazione, lanciata dal
Coordinamento Provinciale per la Salute (CPS) per richiedere l’istituzione della Consulta comunale della
Sanità e avere piena trasparenza sui principali dati del contagio, con un focus specifico sulla situazione nelle
scuole. Partecipazione e trasparenza, infatti, erano le parole d’ordine del presidio.
All’appello hanno risposto diverse realtà sociali e politiche del territorio, tra cui il Coordinamento Scuole
Aperte e il Tribunale dei diritti del malato. Corposa la presenza dei componenti del CPS, con esponenti
accorsi anche da Nocera Inferiore e Buccino.
Dopo una prima lettera, molto generica, ricevuta dal sindaco, i manifestanti, compatti e determinati, sono
rimasti in presidio sotto i portici del Comune di Salerno, reclamando una risposta ben precisa. Dopo una
ventina di minuti, è finalmente arrivata la convocazione ufficiale. In tale sede, martedì 16 marzo, una
delegazione del CPS andrà a rappresentare le rivendicazioni oggetto della mobilitazione odierna, ossia:
– Istituzione della Consulta comunale della Sanità;
– Trasparenza sui dati principali del contagio, in particolare su diffusione del contagio nelle scuole,
disponibilità di posti letto (ordinari e in terapia intensiva) e personale sanitario impiegato;
– Istituzione registro epidemiologico comunale;
– Trasparenza sugli accordi tra Enti locali e sanità privata (ad esempio, tra Comune di Salerno e Fondazione
Ebris);
– Potenziamento della medicina territoriale, con un’attenzione particolare ai territori della provincia in cui
non sono gli ospedali di comunità;
– Presa di posizione per sospendere i brevetti dei vaccini anti-Covid e renderli un bene comune globale,
accessibile gratuitamente a tutti e tutte.

Link breve:

Scritto da su 13 Marzo 2021. Archviato in Cronaca, Dalla provincia, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi