POSTA
Oggi è

I sindacati incontrano il nuovo amministratore unico della Salerno Pulita

Archviato in: Cronaca,Dalla provincia,In evidenza,Notizie | Versione stampabile Versione stampabile

Ieri mattina presso la Salerno Pulita, il neo Amministratore Unico Vincenzo Bennet ha ricevuto le Organizzazioni sindacali: per la FP CGIL Salerno erano presenti il Segretario Generale Antonio Capezzuto e la RSU Adele Donnabella e Roberto Pappalardo.  *Il Segretario Generale Capezzuto ha dichiarato*: “_L’incontro con il nuovo Amministratore è stato a nostro avviso positivo. Abbiamo ribadito la nostra disponibilità ad avviare una collaborazione proficua al fine di un miglioramento significativo dei servizi da offrire alla cittadinanza, tenendo quale punto fermo la natura pubblica della società partecipata. Saranno necessari nelle prossime settimane dei tavoli tecnici per discutere dell’organizzazione del lavoro dei settori raccolta, spazzamento e pulizie, per venire incontro alle necessità dei cittadini e degli operatori. Proporremo una seria analisi sulla flessibilità oraria oggi in atto, immaginando un suo progressivo superamento, per un miglioramento gestionale  che garantisca maggiore produttività e nuove economie per società e lavoratori. Sul fenomeno incontrollato dell’apertura delle buste dell’indifferenziato il lunedì notte abbiamo chiesto una chiara presa di posizione, chiedendo all’Amministrazione di avviare un azione di controllo del territorio e sanzioni per chi  conferisce in maniera errata. Sull’impianto di compostaggio, così come sottolineato dal RSU Roberto Pappalardo, urge un investimento strutturale serio per garantire la sua piena funzionalità, considerata la centralità nella gestione integrata del ciclo dei rifiuti affidata alla Salerno Pulita. Siamo pronti ad una nuova stagione e ringraziamo l’Ing.Antonio Ferraro per il lavoro svolto_”

Link breve:

Scritto da su 5 Giugno 2021. Archviato in Cronaca, Dalla provincia, In evidenza, Notizie. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi