POSTA
Oggi è

Il Cif di Salerno ha partecipato alla staffetta della pace e della legalità

Archviato in: Cronaca | Versione stampabile Versione stampabile

Una staffetta in bicicletta che sta attraversando tutta Italia, fino a giungere il 13 settembre a Canicattì in Sicilia. Un’iniziativa promossa dalla Comunità Villa San Francesco, dal CIF e dal Centro Sportivo Italiano.
Un tour per portare anche in Italia il “mattone del mondo” contenente le terre di 199 Paesi e che rappresenta l’unione degli stessi nella pace e nella fratellanza.
Ci sono voluti 10 anni affinché dai diversi pugni di terra chiesti ai vari Capi di Stato venissero fuori 199 mattoni, ma oggi uno di quei mattoni sta attraversando lo stivale per giungere sulla tomba del giudice Rosario Livatino, magistrato italiano assassinato dalla Stidda ad Agrigento.
In questi giorni, la staffetta, partita dal Museo dei sogni e della memoria nel Bellunese, toccherà diverse zone della Campania, ed è giunta ad Agropoli.
I/le ciclisti/e correranno portando anche 5 bisacce:
– LA BISACCIA DEL MATTONE
– LA BISACCIA DEL SALE con l’invito a mettere in ogni sede di tappa una presa di sale accolta per l’iniziativa SALARE LA TERRA SALARE IL MONDO. Sale prossimo a storie di impegno educativo, memoria, dolore, fatica, speranza, ritorno alla vita.
– BORRACCIA DELL’ACQUA con l’invito a mettere un “sorso” di acqua preso in luoghi e fiumi significativi, anche legati alla memoria, delle sedi di tappa o della provincia.
– BISACCIA DELLO SCRIBA con il quaderno per gli appunti di viaggio e della corsa.
– BISACCIA DELLA MONETA DEL MUSEO DEI SOGNI contenente 19 monete (una per ogni tappa) da lanciare al mattino con la schiena rivolta alla sede o alla città prima della partenza di ogni tappa.
– BISACCIA DEI SEMI simbolo di storie personali, plurali, giovanili, segnate di bene e curvate al futuro della vita.
Ad Agropoli i ciclisti sono arrivati ieri, 6 settembre alle 16,45 circa, in Piazza Municipio dove sono stati accolti dal CIF di Salerno con la Vice Presidente Nazionale, Anna Teresa Arnone, dal Presidente della locale Sezione AIA, Donato Nicoletti, dal Vice Presidente Regionale del del CSI, da rappresentati delle istituzioni della città e da quelle religiose locali.
Le aderenti del CIF avevano il braccio listato a lutto in segno di solidarietà per le donne afghane.
Stamattina,  dopo il rito del lancio della moneta, la staffetta è ripartita per Maratea.

Link breve:

Scritto da su 7 Settembre 2021. Archviato in Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Devi Registrarti ed effettuare il Login per scrivere un commento Accedi